Ricerca

» Invia una lettera

Cane non mangia cane

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

10 settembre 2011

Come era prevedibile, la pallida proposta del dimezzamento del numero dei parlamentari è scomparsa dai programmi di maggioranza e opposizione.
Cane non mangia cane, per cui opportunamente gli strombazzati annunci di tagli e risparmi si sono ridotti alla striminzita misura dello 0.71 e dello 0,34 per Camera e Senato.
Montecitorio nel 2001 costava 750 miliardi di euro, oggi 1 miliardo e 59 milioni; Palazzo Madama costava 349 milioni, oggi 574.
I costi delle istituzioni schizzano in alto: Quirinale +5,07%; Corte Costituzionale +11.48%; Cnel +20%.
Apprendiamo, ed è una chicca, che colui che regali 100.000 euro alla ricerca sul cancro avrà uno sconto fiscale di 392 euro, ma se i soldi li regala ad un partito politico lo sconto sarà 50 volte più alto.
Possiamo ben dire che siamo un Paese ricco, constatando che a rimanere in silenzio è proprio la sedicente estrema sinistra che, essendo fuori dal Parlamento, legittimamente anela a sedersi al ricco desco.
Per nostra fortuna c’è chi veglia insonne sui destini della Patria: il Partito Democratico.
Avendo il ministro Sacconi raccontato la vetusta barzelletta sulla suora che disse di no (ci ridevamo su quando ero un ragazzotto) le donne del PD guidate dalla signorina Bindi si sono indignate.
Voi penserete che la sacrosanta collera sia motivata dal fatto che il ministro del Lavoro non dovrebbe avere il tempo e la voglia di raccontare miserabili storielle, ma no! le nostre giovanne d’arco si risentono per la dignità offesa.
Frizzi e cacchinni per tutti!
Ci pensa il grande leader Massimo D’Alema a tenere ben alto il livello qualitativo del dibattito nel Partito e, certamente per superare i traumi (ma siamo soltanto agli inizi…) della questione Penati, si impegna in un filosofico confronto con il sindaco di Firenze e qualifica il Matteo Renzi con l’epiteto di “loffio”.
Ora, diciamoci la verità, non è che il Renzi sia un campione di simpatia, ma “loffio” (sono andato a controllare) significa “floscio, cascante”, ma anche “fiacco, lento, imbecille, stupido”.
Questo passa il convento, ma il prezzo che io – tassato alla fonte – devo pagare è eccessivo. Ahi, serva Italia!
 
Cordiali saluti
Ulderico Monti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.