Ricerca

» Invia una lettera

Cara e triste pizza

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

15 aprile 2007

Egregio Direttore,
volevo raccontarLe una disavventura capitatami sere fa in una nota pizzeria del centro cittadino di Varese.
Avevamo prenotato un tavolo per le 20.30 per 15 persone e arrivati alla pizzeria ci è stato detto che il tavolo non c’era e ci sarebbe stato assegnato da li a pochi minuti..
beh..di minuti ne sono passati tanti,per la precisione ne sono passati ben più di 100..
E fin li penso che avendo prenotato la manovra dl ristoratore sia stata a dir poco scorretta.. un po scoraggiati entriamo nella pizzeria e ci sediamo..all’alba delle 22.10 ci portano i menù e dopo mezzora riusciamo ad ordinare..intanto la pizzeria comincia a svuotarsi e noi rimaniamo in 15 spiaccicati in un tavolo da 10..che già li pensiamo che potevano offrirci un servizio migliore permettendoci di allargarci,ma dato che si tratta di una serata in compagnia sorvoliamo l’argomento e aspettiamo con ansia di poter cenare..dopo poco arrivano le pizze.. una di queste risulta sbagliata e il cameriere si allontana con la pizza per poi tornare con la stessa dicendo che ormai la pizza è stata fatta.. inizia a salire il malcontento ma lasciamo perdere anche questo avvenimento..
verso mezzanotte con pizzeria semi deserta i camerieri cominciano a sparecchiare quando ancora la cena non era conclusa..e va beh.. capiamo l’intenzione del ristoratore e ci rechiamo alla cassa..qui arriva il bello!
PAghiamo a parte due bottiglie di vino (a ben 55 euro) e ci viene fatto un conto totale molto strano..la signorina ci invita a consegnarle 16.50 euro a testa!
un po caro per aver preso una pizza e una bibita a testa!!
Ci guardiamo attoniti ma senza discutere e chiediamo di poter vedere per esteso i prezzi dei “prodotti” da noi consumati..
Risposta negativa.. “Vi faccio il totale” e stata la loro risposta..sinceramente la cifra ci sembra un po altina per aver aspettato piu di un ora in strada e aver mangiato di corsa spiaccicati su un tavolo.. usciamo dal locale quando osserviamo lo scontrino che ci è stato fatto..
l’unica cosa messa per esteso è il coperto..40 EURO IN 16..
RAGAZZI…MA NOI ERAVAMO IN 15!
La sottoscritta torna gentilmente nel locale a fare notare questa cosa..la risposta? “ormai il conto è stato fatto e poi secondo me mancano dei soldi!” Prendo il menu in mano..il coperto è 1.50 a testa e a noi è stato fatto pagare 2.50 a testa.. faccio notare anche questo ma il simpatico gestore non accoglie molto bene la lamentela anzi..non sto qui a dire le parole pronunciate dal signore in questione..
Inoltre il totale dello scontrino era 222 euro e se si fa 16.50 per 15 il risultato è ben superiore..
ora.. volevo solo sfogarmi.. la pizza ancora non l’abbiamo digerita.. sicuramente li non torneremo più, ne noi ne i nostri conoscenti, ma volevo solo far notare che
IN CERTE PROFESSIONI LA CORTESIA E’ FONDAMENTALE..
mi chiedo come a certa gente permettano di lavorare a contatto con il pubblico.
Grazie per aver permesso il mio sfogo.

Ginevra

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.