Ricerca

» Invia una lettera

Cara professoressa ma ha letto il contratto dei metalmeccanici?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

12 ottobre 2007

Gentile direttore

le scrivo questa lettera, perchè oggi ho fatto un viaggio verso Milano, un
pò insolito. Arrivo in stazione verso le 8:30 e vedo tanti ragazzi delle
scuole superiori. All’inizio penso che il treno sia in ritardo ma notando un
ragazzino che alleno gli chiedo cosa stia succedendo.
Lui mi risponde che sta andando a Milano a manifestare contro la riforma.
Allora mi metto seduto in treno e incomincio a vedere delle cose un pò
strane. Gruppi di ragazzi che scappano dal controllore. L’eccitazione di
ragazzine che sperano che la manifestazione finisca presto per andare a H&M.
Ma ahimè purtroppo non sento ragazzini che parlano del motivo per cui vanno
a manifestare.
Arrivo in università e mi metto a leggere il suo giornale, l’articolo in
prima pagina e mi viene in mente un libro che leggo spesso e che si chiama
Lettera a una professoressa scritto a 4 mani da Don Milani e i ragazzi di
Barbiana. C’è un passo molto bello dove chi scrive si rivolge alla
professoressa rimproverandola di non aver mai letto il contratto dei
metalmeccanici e che forse invece di far studiare a memoria poesie dovrebbe
appunto far leggere tale contratto.
Condivido quello che scrive la signora Lattuada e vorrei aggiungere un’altra
cosa. Forse si è persa un’altra buona occasione di far crescere ed educare
questi ragazzi.
Penso che un ora di lezione si poteva dedicare alla lettura della legge
fatta dal Ministro della Pubblica Istruzione. Penso che non sarebbe stata
un’ora buttata via e penso che stamattina non avrei visto ragazzi che
andavano a manifestare per non stare in classe, ma forse ragazzi con più
coscienza e con un mattoncino in più nel loro essere cittadino.
La ringrazio per la sua attenzione

Francesco Calò

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.