Ricerca

» Invia una lettera

Cari frontalieri, uniamoci

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

28 aprile 2011

Caro frontaliere,
la maggior parte dei giovani di Porto Ceresio è cresciuta economicamente e culturalmente grazie al tuo lavoro e a quello dei tuoi genitori. Buona parte del bilancio del nostro comune si regge sul “ristorno” del tuo lavoro.
L’incontro di mercoledì 27 aprile, molto seguito, ci ha indotto a costituire un comitato permanente (che quindi non si concluderà con la campagna elettorale) la cui denominazione sociale sarà “Unione Frontalieri Per Porto”. Vogliamo coinvolgere te e la tua famiglia nel progetto di questa nostra operazione politica: con l’entusiasmo dei giovani e la tua esperienza questo comitato raggiungerà gli obiettivi che si è prefissato.
Abbiamo vissuto la metamorfosi del paese grazie al ristorno. Purtroppo non siamo stati presi in considerazione per quanto concerne lo sviluppo di porto: è giunto il momento di far valere la nostra voce; siamo in ritardo, ma vogliamo recuperare il tempo perso.
Dobbiamo difendere i diritti del frontaliere, quali la stabilità del posto di lavoro, che è contraria alla precarietà (lavoro interinale) e la giusta quantificazione fiscale e previdenziale.
La nostra proposta proseguirà con un tavolo intercomunale coordinato dalla Prefettura di Varese. Come il Comune di Porto unito ad altri Comuni avrà più potere contrattuale, così vale per tutti i frontalieri che si costituiranno in questo comitato.

Giovani per Ripartire

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.