Ricerca

» Invia una lettera

Catastrofi prevedibili

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

7 aprile 2009

Gent.mo Direttore,
 
da ieri mattina ho dei flash di un libro uscito nel 1973 –  LE CATASTROFI NATURALI SONO PREVEDIBILI, a  firma del geologo francese Marcel Roubault, che ho letto con la rabbia e il vissuto del dopo terremoto del Friuli.
Le conclusioni dell’autore ("se l’uomo non può impedire tutto, può prevedere molto") si imponevano già allora all’attenzione dei tecnici, dei pubblici amministratori, dei magistrati e di tutti i cittadini.
 
Forse è un libro un po’ datato ma se arrivava a queste conclusioni più di 30 anni fa forse merita ancora  un’occhiatina.
 
Forse dobbiamo ricordarci cosa abbiamo sotto i piedi prima di parlare di infrastrutture che daranno respiro alla nostra economia?
 
No all’ageografia facile sulla pelle di chi ha perso tutto, compresi i parenti. Solo stamattina ho sentito qualcuno per radio dire che è mancato un po’ di coordinamento.
 
Forse sarebbe il caso di evitare di autoincensarsi per qualche giorno?
 
Forse a voler essere sinceri le ceneri non basterebbero per coprire le teste dei colpevoli?
 
Forse la causa è nella legge del si è sempre fatto così?
 
Solidarietà agli Abruzzesi.
 
Katharina Blum

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.