Ricerca

» Invia una lettera

Cattiveria per un futuro migliore?

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

21 aprile 2009

Gent.mo Direttore,
  
mi sento in sintonia con quanto scritto da Ismaele, da parecchio mi frulla un interrogativo, secondo me vitale per la nostra società, vi è proprio la necessità di sviluppare "cattiveria" verso gli stranieri per risolvere i problemi ?
La necessità è un’altra: la necessità di dirci chiaro come vogliamo che evolva la nostra società.
Io non voglio diventare "cattiva", stranieri o no, questo non mi farebbe vivere meglio.
Non per questo mi si può collocare nelle schiere dei "buonisti" ad ogni costo, egoisticamente mi sta molto più a cuore l’ambiente economico e culturale che ho intorno, che trovo più a rischio per tante ragioni, non certo per la presenza di stranieri nel nostro paese.
I criminali vanno puniti qualsiasi sia la loro provenienza, ma generalizzare è un errore in qualsiasi disciplina.
Tutti buoni e tutti cattivi è troppo infantile e non ci porta da nessuna parte.
Qualcuno si sente fiero del ritardo nei soccorsi alla nave Pinar? Era una politica dovuta?
Vorrei che l’etica contaminasse la politica.
Vorrei che ci ricordassimo dove stiamo andando.
Vorrei che ci rendessimo conto che tutto questo stringere i denti non ci darà una società migliore, solidale, aperta.
Preferisco essere derubata dai beni materiali ( lo sono stata diverse volte, quasi sicuramente ad opera di cittadini italiani) che perdere la tranquillità interiore e la coscienza che ho fatto del mio meglio per lasciare a chi verrà dopo un ambiente vivibile.
Un paese di fortini controllati dalle ronde non è più vivibile di quello che abbiamo ora.
Un paese in cui la paura, l’aggressività come atto "dovuto" scorre a fiumi non è migliore.
La politica dovrebbe… potrebbe…
 
 
Lena Bandi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.