Ricerca

» Invia una lettera

Cattivi insegnanti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 novembre 2008

Egregio direttore,
Fare politica in questa Italia impazzita, non è facile.
Farla contro il menefreghismo, il disfattismo, il fannullonismo, contro gli sprechi ed i privilegi di pochi a danno di tutti, poi, diviene letale.
Ho subito anche io una esperienza simile (nel mio piccolo), una esperienza che mi ha insegnato molto sulla sciempiaggine e sulla pericolosa ideologizzazione che invade le menti ed i corpi di molti dipendenti della pubblica amministrazione, in specie nels sud del paese.
Non sto qui a raccontare tutta la storia di alcuni cattivi insegnanti con i quali ho avuto a che fare (un dirigente scolsastico veramente cafone e piacevolmente avvinto nella illegalità – che dichiarava in pre-iscrizione molti più alunni di quelli che effettivamente iscriveva frodando lo stato, ottenendo più finanziamenti e insenanti di quelli necessari, in modo da consentire a tutti gli insegnanti di mettersi in malattia avendo le sostituzioni già pronte, e ordinando ai sostituti di mettersi a loro volta in malattia in modo da poter chiamare al lavoro amici, parenti e protetti varii – non vi scandalizzate, queste porcate sono diffusissime in tatntissime scuole italiane – e restando certo della intoccabilità, che sua moglie, braccio destro del provveditore agli studi, gli garantiva, ed altri problemi che mi sono stati causati da una insegnante che poi ho scoperto essere stata molto asina e distratta essa stessa a scuola, ricevendone anche bocciature (ma come può un insegnante che da alunno è stato bocciato per scarso merito, meritare di insegnare a sua volta?).
Ecco le mie due esperienze dolorose con la scuola dei miei figli.
Il mio peccato, ovvero il peccato commesso dai miei figli?
Avere un padre che ha avuto il coraggio di rappresentare le istanze politiche della Lega nel sud dell’Italia.
Ora mi sono trasferito a Varese e presto mi farò seguire dalla mia amata famiglia, mio unico senso della vita.
Li strapperò così, ad un futuro di grettezza e di ignoranza.
Aleno sino a quando, qualche insegnante simile a quelli che vi ho rappresentato, venga ad insegnare nelle scuole del nord, rischio estremamente alto, purtroppo.
In tal caso, c’ è sempre la Svizzera o la Germania, per assicurare un futuro dignitoso e di qualità ai miei amatissimi figli.

Gustavo, Varese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.