Ricerca

» Invia una lettera

Chi scrive al direttore

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 ottobre 2007

Egregio direttore,
seguo saltuariamente gli interventi reperibili in
http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/,
e vorrei intervenire per chiedere, a chi condivide il proprio pensiero con gli altri lettori,
la cortesia di firmarsi meglio…
perché mi trovo a leggere interventi di
“Luca P.”,
“Carlo” (che non sono io),
“Rose”,
“Tullio”,
“F.R.”,
“GM”,
“a.l.”,
“C.M.”,
“Marco”,
“Clelia”,
“Davide”,
“G.P.B.”,
“Ginevra”,
“Laura”,
“Lettera firmata”,
“”,
“Giorgio – Varese”,
“Antonella”,
“Serena G.”,
“P.D.”,
“Giulia”,
“F.P.”,
“Cristian”,
“Andrea”,
“Leo”,
“Glauco”,
“M.G.”,
“Fabrizio V.”
eccetera eccetera
e altre firme inconsistenti ancora, e la gente si palleggia le risposte (ad esempio quella del gentile Marcello Chiriacò di oggi 18 ottobre 2007 dal titolo “Nel PD decide la base” per rispondere a un “Carlo”) e i partecipanti in questa specie di chat si personificano a vicenda in una giungla di soggetti un po’ anonimi
stabilendo una rete di conoscenze pericolosamente equivoca,
specificatamente all’evidenza delle intenzioni degli anonimi, che rischia di minare l’attendibilità di altri omonimi che invece si specificano bene (con firme consistenti)
Carlo Cattorini
——————————————

Carissimo Cattorini
lei solleva una questione formalmente ineccepibile e per questo mi sembra importante darle una risposta che interesserà anche altri lettori.
Le lettere sono tutte archiviate e inviate per email. Ovviamente questo non garantisce nulla perché spedire email con mittenti di fantasia è molto semplice, ma intanto è una prima garanzia. Inoltre spesso le firme ci sono ma il lettore, per ragioni diverse, chiede di non pubblicarle per esteso. Questo per ciò che attiene alla forma, ma le valutazioni della redazione vengono fatte più sulla sostanza. I lettori animano un dibattito che va ben oltre la personalizzazione. Non verrebbero pubblicate email che contengono commenti sulla persona, ma se i giudizi sono di ordine politico mi sembra che conti meno chi le firma.
La mia opinione personale è poi diversa, perché ognuno dovrebbe avere il coraggio di firmare ciò che vuole diventi pubblico, ma qui il dibattito non finirebbe più perché entrerebbe sul piano dell’assunzione delle responsabilità.
La ringrazio per il suo contributo a una delle sezioni più vivaci del nostro giornale.
Un caro saluto
Il direttore
Marco Giovannelli

Carlo Cattorini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.