Ricerca

» Invia una lettera

Chi si contenta gode

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

1 settembre 2011

Egregio direttore,
ho dato un’occhiata alla lista della spesa con cui un anonimo lettore, che si firma “uno che ce la fa”, pretende di dimostrare, sulla scorta della sua esperienza famigliare, che con 1350 euro al mese (evidentemente non comprensivi dell’importo del mutuo/affitto) lui, sua moglie e un figlio tirano avanti senza particolari difficoltà.
Sennonché, ammesso e non concesso che sia vero, quello che colpisce, e a me appare davvero repellente per il livello di coscienza sociale che rivela, è che questo signore esponga i suoi virtuosi conti partendo dalla piena, quasi allegra (si direbbe dal tono della lettera), accettazione del presupposto, schiettamente individualistico e biecamente conformistico, dell’arte di arrangiarsi in una situazione economica immodificabile, alla quale si tratta semplicemente di adeguarsi. Sembra di ascoltare una reincarnazione dello zio Tom, felice di vivere nella sua misera capanna e grato ai suoi oppressori per il tenore di vita che, in cambio del suo servilismo e della sua rassegnazione, gli è stato garantito.
Del resto, “chi si contenta gode”, dice il proverbio. Ma i sagaci toscani son soliti aggiungere: “e chi gode un’ si contenta mai”…

Spartacus

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.