Ricerca

» Invia una lettera

Ciclisti emuli dei campioni e codice della strada

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

14 agosto 2011

Egregio Direttore

Tra poco si correrà la “tre valli varesine”. Forse per questo sulle nostre strade vedo più ciclisti del solito, che si allenano, o semplici appassionati.
Purtroppo quello che non cambia e che notiamo tutti noi automobilisti o motociclisti, è il modo di usare la bicicletta di molti ciclisti.
Mi riferisco al passaggio con il semaforo rosso; ricordo che i pedalini devono avere il meccanismo di sgancio rapido. Mi riferisco anche alla mancata precedenza delle bici soprattutto nelle rotonde nei confronti di altri veicoli che hanno già impegnato la rotonda stessa, o al procedere affiancati per due o tre file senza curarsi degli altri utenti.
E guai a protestare: si viene presi come minimo a gestacci e male parole.
E peggio, in caso di incidente, è in pratica molto difficile dimostrare le proprie ragioni.
Vorrei certamente vedere meno distrazione da parte di noi automobilisti ma soprattutto più rispetto delle regole di prudenza e di buonsenso da parte di molti ciclisti, che di fatto ormai si ritengono una categoria privilegiata e tutt’altro che “utenti deboli”. Forse per le sanzioni del codice della strada assolutamente risibili ed in ogni caso mai applicate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.