Ricerca

» Invia una lettera

Coerenza berlusconiana

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

13 giugno 2011

Il Premier italiano, mentre si sta ancora votando per i referendum, coglie l’occasione della conferenza stampa a Villa Madama con il Primo Ministro israeliano per dare praticamente per acquisito il no degli
italiani al quesito sul nucleare: "Dovremo dire addio al nucleare, ora forte impegno su energie rinnovabili", ha detto il Berlusconi.
 
Peccato che ad Aprile di quest’anno disse:
"Abbiamo ereditato un sistema di energia per cui compriamo all’estero tutta l’energia che serve alle famiglie e alle imprese. Questo ci produce un costo che va dal 30 al 50% (in Sardegna) rispetto agli
altri paesi. Rispetto, ad esempio, alla Francia che si è dotata di centrali nucleari con cui produce l’85% dell’energia che consuma. Questo è qualcosa che noi abbiamo, per ora, tentato di mettere in una
situazione di sicurezza diversificando le forniture di energia che abbiamo dai vari paesi, ma che dobbiamo affrontare ritornando al nucleare."
 
Non so se la causa è l’età oppure la clamorosa sconfitta alle passate  amministrative praticamente in tutto il Paese senza dubbio alcuno, ma stavolta siamo proprio alla frutta…
 
Cordialmente
 
Devis Tonetto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.