Ricerca

» Invia una lettera

Colle di Biumo, altro che valorizzazione!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 novembre 2008

Gentile redazione,

a proposito dell’accordo firmato per il colle di Biumo io sono alquanto perplesso se non spaventato di queste “novità” !
Cosa vuol dire “torna la città giardino” ?? e come si fa a farla tornare giardino ?
Sicuramente non con ciò che è stato deciso nell’accordo, cioè nuovi parcheggi ed alberghi !
Ma cos’è, una presa in giro quella di “valorizzare il colle di Biumo” cementificando ulteriormente una zona di Varese che è pregiata ed unica, proprio perchè, a contrario di altre zone della città, non ha subito la follia devastatrice del cemento selvaggio e della brutta architettura degli ultimi decenni (anche se nelle vicinanze alcuni orribili palazzoni ci sono purtroppo anche lì…) ?!
E poi, come si può riproporre per l’ennesima volta l’edificazione di un albergo all’interno del parco di Ville Ponti, dopo che abbiamo appena inaugurato un mega albergo poco distante che oltretutto ha deturpato irrimediabilmente un pezzo di panorama di città ?!
Non c’è proprio un bel niente da costruire ex novo, il colle di Biumo è bello e perfetto così com’è, non si deve toccare!
Tutto quello di cui possiamo disporre e vantarci di avere, lo abbiamo ricevuto ed ereditato(meritatamente?) dal passato, e sicuramente la città è giardino in quanto una volta non si ragionava in termini di edificabilità e accessibilità alle automobili, una volta la prima cosa a cui si dava spazio era il Verde !
Vogliamo valorizzare il colle di Biumo quindi via Bertini, Castiglioni, Crosa e piazza Litta ?
Bene, chiudiamo al traffico la zona (eccetto per residenti e fruitori delle ville Panza e Ponti), utilizziamo nuovi e più piccoli autobus per raggiungere il capolinea della linea A, riprendiamo in mano il progetto del parcheggio in piazzale Ippoodromo o meglio ancora quello di viale Ippodromo di fronte alle scuderie, e ripristiniamo il servizio navetta che anni fa c’era tra appunto piazza Litta e p.le Ippodromo !
Ma per cominciare, si potrebbe e dovrebbe partire dalle piccole cose, come per esempio rialzare i pericolosi tombini affossati di via Castiglioni, togliere l’orrendo panettone di cemento di fronte a Villa Panza, riparare, indicare ed illuminare meglio il passaggio pedonale che da via Bertini sbuca in via Ponti (percorso ideale per “collegare” il colle a Villa Mylius…) e riqualificare il primo tratto di via Walder sotto Villa S. Francesco (tombini, segnaletica verticale, graffiti, muri…)
non mi pare che questo sia qualcosa di così stra-ordinario!

cordialmente,

Manuele Mariani

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.