Ricerca

» Invia una lettera

Comunicazione, due pesi e due misure

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

17 aprile 2009

Caro direttore,
le rubo pochissimo spazio per rispondere al signor Gelosia, che mi cita indirettamente nell’ultima riga della sua lettera: sì, è vero, ho menzionato i marchi di Einaudi e Piemme fra le "proprietà" di mister B., per quanto esse non pubblichino giornale o periodici d’informazione. L’ho fatto perchè io personalmente intendo la comunicazione all’interno di un ambito più grande e complesso: la cultura, di cui i libri fanno indubbiamente parte. Avere un controllo così diretto sui mezzi di comunicazione ed anche sulla cultura rappresenta, secondo me, un motivo più che sufficiente per impedire al signor B. di fare politica a livello nazionale, perchè tutti noi sappiamo bene quanto un avvenimento raccontato in un determinato modo (in un tg, come in un libro, come in un quotidiano) sia in grado di influenzare l’opinione delle persone, e dunque degli elettori. Negli altri paesi non esiste una situazione del genere: vi immaginate quando scandalo causerebbe nei paesi anglosassoni un debutto in politica di Rupert Murdoch?
Tornando rapidamente sulla questione di Annozero: la vignetta incriminata di Vauro è stata un momento di umorismo un po’ "macabro". Ma se il vignettista toscano è stato sospeso per quel disegno, cosa avremmo dovuto fare ad un Presidente che paragona la tendopoli abruzzese ad un allegro campeggio?
Cordiali saluti
 
Marco Regazzoni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.