Ricerca

» Invia una lettera

Continua la strage

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

23 aprile 2009

Caro direttore,
 
È da anni che denunciamo le ininterrotte carneficine umane consumate sull’asfalto delle nostre strade. Si fa credere, con parole e parole, che l’italiano è contro la pena di morte, è contro la guerra, è per la difesa della vita (anche quella dell’embrione) e si TACE tenacemente sulle citate carneficine.
Naturalmente, tra quei morti ci sono: sulle strade, i pedoni, ciclisti e motociclisti; nei posti di lavoro, i lavoratori.  Carne da macello nostrana.
Se la convivenza è "incivile" è perchè si lascia vivere e sopravvivere la citata disumana violenza contro i soggetti deboli ai quali si toglie la Vita solo perchè non si è capaci di rendere loro efficace ed efficiente il Diritto alla Vita, il Diritto al rispetto della dignità della persona umana, il Diritto alla mobilità.
Nemmeno un barlume di VERGOGNA.
 
E. R.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.