Ricerca

» Invia una lettera

Cristianesimo robustissimo ramo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

25 novembre 2008

Cara Varesenews,
avrei dispiacere se il signor Lunardi avesse preso come un’offesa la mia periodica ‘picconata’, la quale questa volta ha mirato alle radici cristiane dell’Europa.
Sono certo abbia compreso la mia essere una critica alla superficialità con la quale spesso viene trattato questo argomento. Il Cristianesimo è certamente molto importante nella storia della nostra Europa, ma non è una radice, semmai ne è un robustissimo ramo. L’Europa aveva già, all’inizio della nuova era, una grande tradizione culturale e religiosa sulla quale il Cristianesimo si è molto ben innestato: senza parlare di quelli a noi più vicini si pensi, ad esempio, alla gigantesca opera di rivalutazione della tradizione celtica promossa da San Patrizio in Irlanda.
Non si vuole quindi, con questo ragionamento, sminuire un culto, anche perché personalmente non ne avrei motivo alcuno, semmai collocarlo nell’alveo di una tradizione culturale e spirituale europea che è ben più antica dei due millenni dell’era cristiana; né si può sostenere – converrà con me – che quest’ultima avesse espresso relativamente poco nei secoli precedenti alla nascita di Gesù.
Tutto qua, l’Europa non può essere nata con Cristo se non altro perché lui medesimo non era europeo: certo l’innesto ha dato grandissimi frutti, dei quali i campanili sono solo un esempio.

Con calorosi saluti

Antonio di Biase

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.