Ricerca

» Invia una lettera

Cure mediche “extracomunitarie”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

13 gennaio 2009

Egregio direttore,
, visitando lo studio di un medico specialista in piazza a Marchirolo, un ottimo e preparato medico, mi sono ritrovato di fronte ad un cartello dal significato abberrante che comincia così: “A tutti i cittadini extracomunitari”.
All’apparenza un segno di rispetto, in realtà se non ci fosse la parola extracomunitario ad indicare che si tratta semplicemente di un provvedimento di stampo razziale, si potrebbe senz’altro concludere trattarsi di una norma che invita i medici a dimenticare il giuramento fatto quando hanno iniziato la loro professione.
In pratica il cartello invita i “cittadini extracomunitari” a rinnovare le loro tessere sanitarie scadute, al fine di continuare ad ottenere assistenza sanitaria.
Non so dire se è un reato, ma io invito tutti gli esseri umani che hanno compreso il significato di quel cartello, se hanno difficoltà con i documenti, o anche se non li hanno, o se non ricordano il proprio nome, a cercarmi sulla rubrica telefonica di Cugliate Fabiasco ed a telefonarmi. Prometto di impegnarmi a trovare qualcuno disposto a curare senza chiedere il nome.
Sul momento non ho detto nulla al medico, che magari neppure si è accorto della gravità della cosa, ma gli scriverò per invitarlo a riflettere.

Antonio di Biase

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.