Ricerca

» Invia una lettera

Dalla Lipu la strada per salvaguardare il lago

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

11 aprile 2009

Egregio Direttore,
come si fa a non essere d’accordo con quanto scrive, il 7/4/09 su Varesenews, il sig. Giorgetti sulla situazione del Lago di Varese? Non ci pare proprio possibile! E lo diciamo perché, senza timore di essere accusati di strumentalizzazione, quanto espresso coincide con quello che da anni la nostra associazione va affermando.
Non abbiamo timore perché lo testimoniano le nostre iniziative concrete, i progetti realizzati anche con la Provincia, i documenti e comunicati prodotti, tutto materiale ampiamente documentabile. E’ dunque evidente che per preservare ancor meglio il nostro lago, che ricordiamo è da anni una Zona di Protezione Speciale proprio per la sua valenza naturalistica e ricchezza di biodiversità, così come lo è la Palude Brabbia nella quale si rovesciano i liquami di cui parla Giorgetti (situazione anche da noi denunciata in altre occasioni), possono bastare azioni semplici una volta individuate correttamente le priorità. E tra queste azioni certamente è prioritaria la messa a regime del collettore, opera necessaria e auspicabile, da realizzarsi in maniera coordinata con una gestione dei livelli idrici consapevole e programmata, che tenga conto delle esigenze ecologiche delle specie naturali, come il recente progetto di regolazione delle acque dei tre bacini (Comabbio, Brabbia, Varese) concretamente propone.
Prima di attuare interventi di risanamento dall’esito assai incerto ed economicamente dispendiosi, come alcuni inutili nel passato e altri probabilmente in corso, è ampiamente preferibile agire in questo senso come auspica il sig. Giorgetti e noi con lui.
Detto questo non si deve ritenere che la LIPU voglia mantenere una sorta d’immobilismo sulla questione lago; riteniamo invece che può e deve esserci una strada compatibile con l’ambiente e la società al fine di migliorare e salvaguardare il lago e il suo patrimonio naturale e culturale.
Questa strada per noi significa:
– Bloccare definitivamente gli scarichi diretti a lago
– Regolazione livelli idrici sulla base delle esigenze ecologiche delle specie animali e vegetali che sono presenti
– Turismo sostenibile e fruizione a fini naturalistici dell’area
Luca Chiarei e Massimo Soldatini, Lipu

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.