Ricerca

» Invia una lettera

Diritto di critica

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

21 dicembre 2009

Egregio direttore,
 
ho montato per tempo le gomme invernali, da neve, quindi ho fatto la mia parte ed ho diritto di critica.
Innanzi tutto vorrei sfatare il mito delle catene. Venerdì sera la situazione stradale diceva ghiaccio, non neve fresca, quindi è stata una fortuna che quasi nessuno abbia montato le catene. Per chi non ci avesse fatto caso, le catene sono di ferro come i pattini dei bob e sul ghiaccio fanno presa allo stesso modo, con in più l’effetto di macellare l’asfalto dove scoperto.
Poi il mito dei mezzi pubblici. Nella maggior parte dei casi chi può li usa già. Purtroppo sono irrazionali e di impiego improbabile, per non parlare di sporcizia, insufficienza, guasti ecc. Io, per esempio, se lasciassi a casa l’auto impiegherei tre ore ad arrivare al lavoro invece dei soliti quaranta minuti. Sarebbe demenziale.
Il mito dell’impiego sollazzevole e inutile dell’auto. Visti i costi, le code, e i costi di parcheggio ( multe ) riguarda pochi ed è un non senso parlarne.
Da ultimo il mito più grave: prima di criticare le Autorità bisogna aver fatto tutto ciò che è in nostro potere per evitare il problema. A me sembra una bestialità suprema. Parlando di neve e circolazione il mio compito si esaurisce con il circolare con prudenza, non è mio dovere rinunciare a circolare. Al contrario è un preciso dovere delle cosiddette Autorità provvedere a prevenire, gestire e rimuovere gli ostacoli. In casi come quello di venerdì dovremmo avere la possibilità di licenziarle per manifesta incompetenza. Strapaghiamo, con una pressione fiscale di oltre il 50%, uno Stato incapace di gestire pochi centimetri di neve, tanto varrebbe abolirlo e risparmiare.
Forse esagero, ma sinceramente mi sono imbufalito a sentir passare uno spazzaneve a grattare l’asfalto sabato pomeriggio, 24 ore dopo l’inizio della nevicata, e uno spargisale domenica pomeriggio, 48 ore dopo l’inizio della neve.
 
 Con i miei migliori saluti  
Alberto Gelosia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.