Ricerca

» Invia una lettera

Dopo le dimissioni di Bersani dovrebbe farsi da parte anche chi ha perso le primarie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

10 maggio 2013

Caro direttore,
il signor Antonio Di Biase, nella sua lettera del 9-05-2013, si fa una domanda "rifondare il PD?" e si risponde da solo "No, resti chi aveva ragione."
Rimane, naturalmente, da stabilire chi aveva ragione. Credo che Bersani e la segreteria nazionale del PD si siano già dimessi.
Per quanto mi riguarda, dovrebbe, tuttavia, farsi da parte anche chi, prima, durante e dopo le primarie, che ha perso, si è dedicato, principalmente, a delegittimare la classe politica del PD. Altrimenti ha ragione chi sostiene che le primarie non servono a niente e vanno abolite. Se la classe politica del PD, infatti, andava "rottamata", perché gli elettori avrebbero dovuto votare il PD?
Anche perché, come ha sottolineato il presidente della Regione Sicilia Crocetta, senza essere smentito, pare che il personaggio in questione abbia giocato un ruolo di primo piano sia nell’affossare la candidatura alla presidenza della Repubblica di Marini che quella di Prodi. In merito, del resto, basta leggersi alcune sue dichiarazioni pochi minuti dopo che Prodi non aveva raggiunto il quorum richiesto.

Caro signor Di Biase, se si è strabici, non si può pretendere di indicare la via.

Umberto (non quello di Gemonio)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.