Ricerca

» Invia una lettera

Elezioni PD e quote rosa

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

15 ottobre 2007

Buongiorno, leggendo la lettera della signora Erica D’Adda, si evince come secondo lei il fatto di aver bloccato le liste sia stato segnale di grande cambiamento, così facendo si è premesso di avere una pari opportunità di elezione tra uomo e donna; secondo me questo ragionamento ha un po le gambe corte e non va da nessuna parte, l’aver messo in maniera paritetica in lista uomini e donne è sinonimo di grande democrazia e fin qui ci siamo, il fatto di averle bloccate è sinonimo di calcolco e giochetti politici è un meccanismo perverso che annulla la precedente scelta, sono curioso di sapere (perchè non lo so veramente) quale criterio sia stato utilizzato per l’alternanza uomo/donna donna/uomo e soprattutto mi domando perchè una donna o un uomo che sia, se non lo merita debba venire per forza eletto, magari l’unico merito di queta persona è essere più in alto “in graduatoria”; così facendo si è voluto privilegiare chi magari quel posto lo ha acquisito solo perchè donna e non per consenso popolare; di solito io ragiono in questa maniera, se devo ottenere una cosa la ottengo perchè me la sudo e non perchè un meccanismo studiato a tavolino me lo consente; cito dal testo della sig,ra D’Adda
“Ma che dire delle giovani, delle donne che per la prima volta si sono avvicinate alla vita politica, di quelle che svolgono già un lavoro prezioso in politica ma non hanno la necessaria visibilità?

Quante possibilità avrebbero avuto?

Mi sento di dare la risposta: poche, quasi nessuna.”

Le domando, che diri di quei giovani? degli uomini che magari non sono stati eletti perchè in lista dietro a queste giovani donne? forse anche loro non se lo meritavano? forseanche loro attivi ma non molto conosciuti?

cordialmente

Enrico Traietta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.