Ricerca

» Invia una lettera

Emigrare per non stagnare

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

2 dicembre 2009

Buongiorno,

Sono una biologa di Varese e mi chiedo se la signora Tobagi riesce a fare i “conti della spesa” o meglio se riesce a chiedersi se, e come, una biologa che guadagna a stento 1000 euro netti al mese, con 2 figli e il mutuo, possa essere contenta del proprio paese. Quel paese che ha deciso di tagliare i fondi per la ricerca e per incentivare i giovani a restare in Italia e a contribuire alla crescita del proprio paese. Quel paese che confina con altri paesi che hanno investito e tutt’ora investono nei cervelli senza alcuna distinzione di cittadinanza , grazie a Dio, o che fanno parte di quella stessa Unione Europea di cui fa parte anche l’Italia.  Sì, perchè per avere delle soddisfazioni lavorative io, varesotta di 35 anni, devo guardare oltre e non fermarmi e stagnare solo perchè il mio paese ha deciso di farlo. E per non stagnare a lungo, cosa che non fa bene ne a se stessi ne alla ricerca, si decide di emigrare.

Sono disoccupata ormai da 10 mesi, troppo per aspettare ancora.

B.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.