Ricerca

» Invia una lettera

Essere insieme

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

5 novembre 2008

Gent.mo Direttore,

un caro saluto a Fortunato Galtieri, confesso che fa piacere sapere che a qualcuno piace quello che scrivo. A me fa molto piacere leggere del nostro Paese, senza che si debba per forza diventare destri nazionalisti per parlare di Italia o ci si debba obbligatoriamente abbandonare alla salsa “padana”.
Mi chiedono frequentemente se mi trovo meglio qui, a Varese o nel Veneto, o in altri luoghi in cui sono stata. Ogni luogo ha i suoi aspetti negativi e i suoi aspetti positivi. Finisce che mi manca la Toscana, o il Veneto e quando sono lì c’è sempre qualcosa di qua che vorrei. Quello che conta e che sento di più sono le amiche e gli amici, trama del mio tessuto quotidiano, il cui ordito si è evoluto ai piedi delle Dolomiti, sulle coste del Tirreno, nell’Appennino Bolognese…sulle sponde del Lago di Varese.
Che bella “acqua calda” che ho scritto! Già, col tempo mi sono specializzata in “acqua calda” ovvero riproporre ovvietà, non sono l’unica.

Mi dispiace per Paolo Dantani, ma questa cosa del sen. Guzzanti, non mi dice nulla, mi fa l’effetto di qualcosa di già letto. Ra ccontare di aver letto qualcosa che un Direttore di giornale ha in mano, può far pensare a tutto e al contrario di tutto: per decenza, se non per correttezza umana e giornalistica credo che valga la pena di non scrivere e non dire.
Vuole che le racconti quello che ho sentito ieri, le assicuro molto ben circostanziato, nella sala d’attesa dell’ambulatorio medico? Non mi passa neanche per la tastiera!.
In alternativa, visti i ruoli autorevoli che ha ricoperto, Presidente di Commissione del Senato, ecc. , il senatore ha tutti gli strumenti per dire e fare ciò che è suo diritto-dovere, come di ogni cittadino italiano, denunciare all’Autorità giudiziaria illeciti e crimini di cui sia a conoscenza, se hanno fondatezza.

In questo “nostro” spazio di Varesenews ci sta bene tutto: l’amara constazione di Eugenio Bovo e l’invito di Paolo Dantani a leggere Guzzanti.
La mia sarà ancora “acqua calda” ma preferisco leggere Eugenio e le lascio immaginare il perchè.
Grazie per questo spazio di cui mi sono appropriata, insieme a tutti i Lettori e Scrittori, per “essere insieme” come scrive Roberta.

Lena Bandi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.