Ricerca

» Invia una lettera

“Evaso il serial killer in permesso premio”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

19 dicembre 2013

Gentile direttore,
apro una parentesi sul serial killer recidivo evaso mentre era in permesso premio perché la direzione del carcere pensava fosse un semplice mariuolo; l’episodio spiazza l’opinione pubblica palesemente dimostrando come sia necessario mettere in condizione di poter lavorare chi ha compiti così delicati da svolgere, rispettando anche l’operato delle forze dell’ordine che l’avevano catturato oltre che garantendo la certezza della pena, con riforma della giustizia ma prima vedendo a pieno regime l’applicazione delle normative in vigore; anche nel discorso della riabilitazione che non si capisce come potrebbe essere svolta, o mirata, nel presunto recupero del soggetto, nella specie però a quanto pare irrecuperabile se non nel contenimento. Probabilmente gli atti di oltre un decennio non sono stati convertiti in file dal cartaceo e succedono queste cose per non aver visionato subito il fascicolo (?), di cui vediamo spesso come son tenuti da varie amministrazioni dove debordano cercando nuovi spazi in archivi automatici invece che essere scannerizzati o almeno d’ora in avanti tenendoli conservati ufficialmente come poste certificate da cui estrapolare se il caso uniche copie autenticate, poi mandandole al macero dopo averle distrutte; o meglio solo monitorando, senza tanti portaborse o uffici di gabinetto, come sarebbe nell’intenzione dell’innovazione, nonché per l’evidente comodità ed economicità. Quindi, come se non bastassero, una nuova caccia all’uomo è aperta e ne hanno parlato anche a chi l’ha visto, mentre sorgono dubbi sulle modalità usate per quel migliaio di detenuti che andranno a scarcerare per Natale e intanto il braccialetto elettronico rimane un monile da gioielleria o un sogno nel cassetto, anzi nella cassaforte. Un’inchiesta è partita per vedere tutta la trafila burocratica dei procedimenti che ha portato a questa ennesima incredibile “gaffe”, sperando che serva almeno affinché a furia di sbagliare si impari a gestire al meglio la macchina istituzionale e i compiti assegnati ai relativi servizi primari.
Grazie.

Valter Abele Zaccuri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.