Ricerca

» Invia una lettera

Facile prendersela con i più deboli

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

19 novembre 2008

Caro direttore,

i miei sinceri complimenti a quei commercianti che hanno avvisato con solerzia il 113 della presenza di quel pericoloso e criminale ragazzino che osava vendere accendini di fronte all’ospedale Del Ponte.
Sono sarcastico, per chi non l’avesse capito. Che male fanno? Che male fanno dei ragazzi che vendono accendini/braccialetti/rose per la strada, a cui basta dire un chiaro “no” per farli desistere dal loro tentativo? Sono così pericolosi? Ho come l’impressione che molte giunte comunali, quasi sempre di marca padana, cerchino, sulla scia di provvedimenti del governo nazionale, di usare il pugno di ferro contro quelle categorie che non possono difendersi.
Sì, perchè il marcio delle nostre città è quello, è il ragazzino immigrato che cerca di guadagnarsi qualcosa piuttosto che l’indigente che chiede l’elemosina. Poi fa niente se in centro ogni sabato sera volano tavolini e sedie, fa niente se gente ubriaca (e non sono solo stranieri, credetemi) insulta e urina per strada. Fa niente se la tanto agognata “sicurezza” di noi cittadini non sembra intravedersi all’orizzonte, se i furti e le rapine non calano, se ogni tanto ci scappa qualche coltellata e magari pure il morto: ma sì, l’importante è salvare l’apparenza, l’importante è togliere dalla strada quelle persone che, utilizzando i più svariati espedienti per campare, “deturpano la nostra città”. E infine, fa niente se decine di nostri ragazzi e ragazze lavorano in nero nei bar e nelle pizzerie: già, loro sono italiani, e non fanno quella “pericolosissima concorrenza” ai nostri esercenti di un ragazzo che vende accendini, anzi, ne aumentano i guadagni.
Bel modo di ragionare, non c’è che dire.
Cordiali saluti

Marco Regazzoni

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.