Ricerca

» Invia una lettera

Fanno la terza pista, ma da Malpensa se ne vanno tutti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

15 settembre 2011

 Egregio direttore,
ad agosto percorrendo l’autostrada Milano Venezia ho notato che l’aeroporto di Orio al Serio è parallelo all’autostrada, ho potuto leggere le grandi insegne “Aeroporto Internazionale” e anche “HUB”. Quindi in un raggio di pochi chilometri, addirittura due hub e l’aeroporto di Linate.
La notizia di oggi è che Air France a partire da fine ottobre, andrà via da Malpensa e sposterà tutti i suoi voli per Parigi-Charles de Gaulle a Linate. Le notizie degli ultimi mesi hanno evidenziato che dall’aeroporto di Malpensa sono andate via le compagnie Lufthansa, Air France e Alitalia.
Questo disastro economico è opera “dell’imprenditore” Berlusconi e della Lega nord, costoro, per evitare la vendita di Alitalia ai francesi ci hanno fatto spendere tre Miliardi di euro.
Ma immaginate quante cose si potevano fare sul territorio con tre Miliardi di euro?
Possibile che i cittadini non si pongano queste domande, accettino passivamente queste politiche, che creano danni al territorio, al bilancio dello stato e all’occupazione?
Si ricorda direttore quante parole sono state sprecate per la salvezza della compagnia nazionale Alitalia e negato la vendita ad Air France?
Nonostante questo fallimento epocale precedente, finanziario e occupazionale, questi signori insistono per costruire la terza pista, non solo, anche altre strutture non meglio identificate, soldi buttati nel gabinetto.
Ma a che serve la terza pista?Vanno via tutti!Fra qualche anno, Malpensa sarà ridotta a far volare gli utraleggeri e i deltaplani a motore.
Non è solo una questione ambientale, è economica.
Basta spendere i nostri soldi, ci avete scocciato, politici incapaci e faccendieri!
Grazie per l’attenzione.

Felice Ferrazza - Gallarate

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.