Ricerca

» Invia una lettera

Follia, ordinaria, di un giorno passato a Trenitalia

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

18 aprile 2011

Egregio direttore,
Ormai, dopo anni passati a pendolare tra Varese e Milano, non dovrei stupirmi più di nulla per quanto riguarda treni e ferrovie italiane. Ho visto avvero di tutto. Ma Trenitalia tiene sempre in serbo qualche sorpresa, così che anche il viaggio più banale riesce sempre a stupirmi. Ma non è un complimento.

Diciamo che il week end scorso l’ho passato in Liguria, dove mi sono recata con il treno, risparmiando anche CO2, proprio come scritto sul biglietto del treno Intercity da me acquistato. Tutto bene il week end, finché non ho iniziato ad avere a che fare, appunto, con Trenitalia. Arrivata in Centrale alle 15.00, prendo la Metropolitana per andare alla Stazione di Garibaldi e arrivo giusto in tempo per perdere il treno delle 15.30 per Varese. Cerco un altro treno. Facile: c’è un megatabellone delle partenze proprio davanti a me. Enorme, scintillante e pieno di treni. Bello! Sul tabellone: è segnalato un 16.02 per Varese al binario 2. È un treno locale, di quelli lenti, che arriverà a Varese alle 16.17. Manca mezz’ora, così aspetto davanti al binario 2, come segnalato sul tabellone. Ma il tempo passa e il treno non compare. Non compare neppure un addetto Trenitalia cui chiedere lumi. C’è la biglietteria, ma è domenica, un solo sportello aperto e la coda: non mi va di disturbare e aspetto. In giro solo viaggiatori, poliziotti, carabinieri, militari e inservienti. Provo a chiedere a uno di questi ma non parla italiano e non sa dirmi niente. Aspetto ancora quindi, finché alle 15.55 circa, quando il treno ha raggiunto quasi il limite in alto a sinistra del tabellone (quello che indica i treni in prossimità di partire, che una volta partiti spariscono dal tabellone) il binario “2” si trasforma magicamente in “2 SOTT”, ovvero il passante ferroviario. Ovviamente non ero solo io in attesa del 16.02 per Varese che doveva partire al binario 2 che invece era il 2 SOTT. Qualcuno scatta per farsi di corsa le scale che lo portano non so quanti piani più sotto, a passantem, sperando di prendere il treno. In fondo mancano ben 7 minuti! Io impreco ma rinuncio, avendo con me due bambini, un passeggino, una valigia, due borse e uno zainetto, e attendo il treno successivo, mezz’ora dopo, che per fortuna è diretto e parte, questo, si dalla Stazione Garibaldi binario 3 non SOTT.

Silvia Cristin

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.