Ricerca

» Invia una lettera

Frane e indifferenza

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

8 novembre 2008

Direttore buongiorno.

In merito all’articolo qui sotto – varesenews 5/11/08 – le scrivo in quanto coinvolto direttamente nella frana della sp 43.

Breve descrizione dell’accaduto: mercoledì mattina ore 00.10, andando da Cunardo verso Luino, e sotto la pioggia, affronto a velocità codice la curva sotto il ristorante “locanda delle arti” e… sorpresa!

Ad invadere totalmente la mia corsia ci sono circa 5 sassi di diametro tra i 20 ed i 30 cm ! Dall’altra parte, alla stessa altezza dei sassi, un’altra vettura che procede in senso contrario a velocità ridottissima date le condizioni della strada. Una prima frenata, che dato che la curva per me é a destra e sul fondo scivoloso mi porta leggermente nell’altra corsia. Il tempo per un solo pensiero: “sassi o macchina?! Sassi!”. Mollo i freni, rientro nella mia corsia e freno nuovamente. Ma ormai ci sono in mezzo. I sassi sono sotto la Volvo che ci vola sopra, si intraversa e atterrando schizza contro il muro sulla destra e si ferma poco più avanti. Tutto ok, sto bene. Scendo, recupero il giubbotto giallo e mi avvio verso la frana. Poco dopo si stacca un blocco di pietra decisamente più grosso e cade al centro della corsia. Che “fortuna immane”! Se avessi preso quello, non so come sarebbe finita!!! E l’altro automobilista, dopo aver controllato a vista l’auto, mi dice che per fortuna non l’ho toccato. Con tutto quel fracasso credevamo entrambi di si. Ok, molto meglio così…..

Chiamo i Carabinieri. E qui l’incavolatura più grande: erano stati già avvisati poco prima da qualcuno che si é limitato ad una telefonata ed ha proseguito. Grazie! Che spirito di interessamento per l’incolumità degli altri….. Ma dico, anche se di fretta, non poteva almeno fermarsi a bloccare le prime auto in arrivo e vedere se qualcuno poteva fermarsi a segnalare!?

Poteva veramente finire male, con conseguenze ben più gravi. Ma é mai possibile che ci siano in giro “colleghi” così? Ma non pensano che domani potrebbe capitare a lo?! Se io, od altri, ci fossimo fatti male, che sarebbe accaduto? I Carabinieri, che registrano tutte le telefonate, lo avrebbero rintracciato e accusato di non aver segnalato il pericolo? Sarebbe obbligatorio farlo? O sarebbe obbligatorio fermarsi? Chiedo a Lei, Direttore, di aprire un forum informativo in merito per sensibilizzare gli automobilisti in tal senso. Sia riguardo i doveri “morali” che a quelli “legali”. Ci sono già troppi incidenti sulle ns. strade, e anche troppi morti. Se un minuto dedicato agli altri può evitare anche solo uno di questi, sarebbe già un successo di tutti….

E non predico bene e razzolo male. Nell’alluvione 2002, partendo da Gaggiolo per andare a Cremenaga, dopo aver trovato diverse strade chiuse, a Luino ero stato dirottato verso Voldomino-Biviglione e da Biviglione a Cremenaga passando “da sopra”, nel bosco. Sempre in mezzo ad un diluvio, faccio una curva e… la strada é letteralmente sparita! Sotto una scarpata di almeno 100 metri !! Retro al volo e ritorno all’imbocco della stessa mettendo l’auto di traverso. Chiamo i Carabinieri e gli spiego che deve esser franata poco prima visto che da casa mi avevano detto che di li si passava. Mi chiedono di non muovermi e di non far passare nessuno. Pienamente d’accordo, ma avvisate qualcuno che chiuda dall’altra parte. Col casino che c’era quel giorno, sono arrivati dopo due ore. Non importa. Se qualcuno si fosse fatto del male, io, mi sarei sentito in colpa per tutta la vita.

Ora, la V70 ci ha lasciato coppa dell’olio, meccanica e carrozzeria. É vecchia, ha 270.000 km , e non vale il danno. É da buttare… Cavolo, andava come un gioiello! E quello che aveva tutta sta’ fretta e non curanza degli altri chissà dove cavolo sarà…

Ma ho più da gioire che di che rattristarmi: sto bene, il “sassone” é caduto solo dopo pochi secondi e la macchina valeva poco. L’assicurazione procederà, ma sicuramente non dovrò inoltrarmi nell’inutile solita ed assurda causa verso la provincia per prendere le poche centinaia di euro che vale la Volvo (in caso di incidente, la liquidazione danni non può superare mai il valore, ad Eurotax, del veicolo. Fatti salvi danni alle persone).

Perciò, sono comunque contento e non ho rimorsi. Anche perché, ora mi prendo una bella FIAT! E per uno che é stato sempre chiamato dagli Amici “Fiat-tofolo!” é un successo!

Saluti e complimenti per il sito che continuo a leggere tutti i giorni.

Ps: nel veder positivamente l’accaduto, aggiungo un ringraziamento ai Carabinieri di Luino e Marchirolo e ai Vigili del fuoco che sono intervenuti, per la competenza e la cordialità che hanno dimostrato.

Stefano

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.