Ricerca

» Invia una lettera

Galileo e il rogo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

9 aprile 2009

Egr. direttore,
parlando di Galileo, bisogna dire che ha insegnato che non bisogna aver paura delle idee innovative, ma ci ha insegnato soprattutto che vanno elaborate, dimostrate e sperimentate.
Nel caso del terremoto siamo ancora alla teoria ed alla raccolta dei dati, che mi auguro vengano studiati a fondo. Siamo ancora in presenza solo di una teoria e non di una legge fisica dimostrata ed applicabile con sicurezza.
In Abruzzo un mese fa alcuni ”banditori” sono andati in giro per la città con il megafono, invitando la popolazione a uscire di casa, in vista di un imminente terremoto distruttivo. Otto giorni fa, invece, bisognava evacuare Sulmona. Non ho saputo di terremoti in queste due occasioni, per cui mi sembra proprio che il nostro codice parli di procurato allarme.
Pensiamo a che cosa si sarebbe verificato se la gente avesse abboccato a quegli avvertimenti abbandonando case e paesi. Credo proprio che non avrebbero accettato lo scherzo ed avrebbero acceso quel rogo che era già pronto per Galileo e ci avrebbero messo sopra i responsabili.  
Con i miei migliori saluti

Alberto Gelosia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.