Ricerca

» Invia una lettera

Gallarate e la sua accessibilità

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

18 ottobre 2007

Egregio direttore,
sono un cittadino di Gallarate, quotidianamente alle prese con i problemi di un traffico che, in città, diventa ogni giorno sempre più caotico e inestricabile, con molti punti nevralgici intasati a qualsiasi ora del giorno. E con tutte le conseguenze negative di una cattiva gestione della mobilità: in primo luogo, la pessima qualità dell’aria. Per fare un esempio, per nove giorni negli ultimi dieci trascorsi la concentrazione media nell’arco delle ventiquattro ore del PM10 è risultata superiore alla soglia di attenzione. Ai fini della tutela della salute dei cittadini si è stabilito che tale limite non possa venir superato per più di trentacinque volte l’anno — mentre a Gallarate l’abbiamo infranto ormai, in un centinaio di occasioni a partire dal primo gennaio…

Più in generale, viviamo sulla nostra pelle un enorme spreco di tempo, di energia, di salute per andare ovunque ci occorre per lavorare, studiare, vivere (e questo ‘ovunque’ è sempre più grande, ormai viviamo in un sistema di scala regionale, la nostra verà città e un continuo edificato che arriva fino a Milano lungo l’asta del Sempione). La capacità di competere, l’imprenditorialità sono diventate caratteristiche essenziali di centri urbani che vogliano assicurarsi investimenti e capitali. Hai voglia, però, a rilanciare l’immagine della città riempiendola di ‘biglietti da visita’, mettendo un po’ di belletto al centro storico, costruendo teatri e centri commerciali ora semivuoti, progettando rotonde che sarebbero piaciute ad Haussmann o a Speer, quando poi la ‘rete’ che dovrebbe sostenere tutte queste cose, i flussi da esse generati, fa acqua da tutte le parti! Che valore possono avere tutti gli interventi che Gallarate ha conosciuto negli ultimi anni (e che conoscerà negli anni a venire) se la loro accessibilità rispetto alla realtà locale e regionale si configura come una vera e propria tragedia?

Davide Ferrari

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.