Ricerca

» Invia una lettera

Gallarate è sotto gli occhi di tutti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

8 agosto 2011

Gentile signor direttore, buon giorno e buon inizio di settimana! Ho letto le parole del signor Caravati, che si lamenta delle iniziali intenzioni (di urbanizzare al più possibile il territorio di Gallarate) manifestate da tutti e realizzate dalla giunta Mucci (PdL), affermando quindi che i responsabili della stessa urbanizzazione selvaggia fossero tutti e non solo la giunta Mucci. Guenzani sostiene semplicemente che "l’amministrazione precedente ha consumato pezzi di territorio".
(poi Caravati scrive "Dal 2008 non c’è più stato alcun contrasto tra l’amministrazione pubblica e la comunità islamica." ma la amministrazione di Mucci non è cominciata nel 2001?)

Nel 2005 http://www3.varesenews.it/gallarate_malpensa/articolo.php?id=36193 "Gallarate è una delle poche città con un saldo positivo di crescita: ogni anno abbiamo registrato 500 abitanti in più" Cinque anni fa, Galli ha scritto nella pag. 3 in http://www.riboni.org/programma.pdf che "…Il nostro territorio è uno dei più compromessi: è quasi tutto costruito e la campagna è pressoché inesistente, liquefatta entro un processo di conurbazione con i comuni vicini. Il traffico è insostenibile. La politica del centro destra, favorendo la grande distribuzione commerciale, ha reso la città luogo del consumismo e i grandi centri commerciali sono diventati i nuovi centri di aggregazione di fasce giovanili e non solo, vanificando gli effetti stessi del recupero del centro…"
Sono tutti responsabili, ok, ma la situazione andava controllata SEMPRE e con l’amministrazione Mucci (2001-2010) non è stato affatto così. I risultati sono la crescita della popolazione e la saturazione dei centri commerciali. Sotto gli occhi di tutti.

Carlo Cattorini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.