Ricerca

» Invia una lettera

Game over

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

20 novembre 2012

 Gentile direttore,
Meloni contro Alfano, che avrebbe preferito non si candidasse e sembra una riedizione del pomo fiore, fra maremme e leopolde; tanto per cambiare eravamo rimasti con il problema rifiuti a Roma che, dopo l’alt tardivo alla discarica scavata vicino alle falde acquifere in zona archeologica di rilievo, infatti è stato “risolto temporaneamente”, in attesa di trovare “un sito”, inviando container all’estero probabilmente pagando ma di cui non si dice altro, come dello smaltimento attraverso la raccolta differenziata, per cui probabilmente, anzi sicuramente, l’Impero Romano funzionava meglio.

Intanto in TV vediamo razzi partire come fossero spettacoli pirotecnici mentre ad es. in Egitto, già patria di Faraoni e piramidi nonché interessato da un notevole progetto di sviluppo abbinato al raddoppio del corso del Nilo, un treno ha trascinato un autobus per quasi un km perché il casellante si era addormentato ed il ministro dei trasporti si è subito dimesso.
All’ultimo nubifragio un testimone di passaggio ha visto una macchina sparire davanti a sé fermandosi sul bordo del baratro passando su quel ponte, che evidentemente non era stato chiuso per tempo; invece tornando alla politica Barbato ha dichiarato di non essere mai stato iscritto all’Idv ed ora simpatizza come aspirante “Pirata”, aggiungendo che dopo la decisione del referendum di abolire i finanziamenti ai partiti l’effetto è stato l’esatto contrario, non raddoppiando ma addirittura “triplicando”, per cui ogni sconto deriva da “rialzi” assurdi, non dovuti, non solo per logica ma appunto per l’obiettivo volere di cittadini coscienti di necessariamente mantenere controlli e compensi entro limiti decenti
Per quanto riguarda le primarie “saranno più attendibili”, però semmai attestando anche l’assenteismo ridimensionandole a mere utili indicazioni, o al livello di semplici sondaggi e stabilirei una soglia proporzionale di credibilità, magari dando la possibilità a candidati “jolly”, soprattutto poi riproponendo la verifica aperta e definitiva alle votazioni ufficiali.
Lo spread non occupa più le testate principali dei giornali pur essendosi stabilizzato su “km/h da rettilineo di F1”, con curve che vanno affrontate a velocità moderate altrimenti implicando schianti sicuri; nel contempo con i mezzi moderni è possibile stabilire e prevedere quando “il Sole si spegnerà”, la stella più vicina che da sempre a suo modo ci guarda però dandoci la vita, avendo abbondantemente superato una certa età.
Ma la notizia “più bella” è che nel 2060, “dopodomani”, la temperatura media sarà superiore di ben 4°, che poteva essere tradotta in un grado ogni 10 anni per capire la pericolosità dell’urgenza, o tragedia senza precedenti, basti pensare che quando c’erano spessori di km di ghiaccio la media terrestre era inferiore di circa 6 gradi rispetto a quella attuale.
Comunque “possiamo stare tranquilli per il 21 12 perché i Maya hanno sbagliato data, si , ma solo di alcuni decenni”, quando senza più ghiacciai perenni le aspettative di vita andranno riducendosi, approssimandosi allo “zero” immediatamente, o nel giro di pochi anni in cui tutti i sopravvissuti, come “sequestrati”, si assieperanno per zone in scenari apocalittici, da “GAME OVER”.
Grazie e arrivederci, forse!
 
Valter Abele Zaccuri

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.