Ricerca

» Invia una lettera

Gelato limone e pistacchio

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

9 agosto 2011

Caro direttore,
mi spiace, ma nemmeno stavolta concordo con il sig. Gelosia: se siamo spremuti come i limoni non è colpa  della UE che, per il suo bilancio, riceve dall’Italia un contributo corrispondente a una percentuale del nostro PIL quasi irrisoria (anche se certamente molto superiore -in cifra assoluta- a quella versata da molti altri paesi membri più poveri di noi). La colpa è del nostro debito che coi governi Bossi e Berlusconi è peggiorato di brutto, sia dal 2001 al 2006 che dal 2008 a oggi.
 
Non ci vuole molto oggi a parlare male di Europa & euro, e non si tira indietro nemmeno Bossi, almeno quando non dice il contrario, tipo ieri: “dobbiamo andare dietro l’Europa” e "l’importante è che la Bce compri i titoli italiani" (cfr VN pg politica).
Si vede che oggi va di moda il pensiero anti-dicotomico. Niente è più o vero o falso, ma tutto è vero e falso insieme. “Qui lo dico e qui lo nego”, come insegna da anni il Premier (al confronto il famoso “ma anche” di Veltroni è roba da bambini).
 
Più difficile è esporre qualche argomento. La questione euro (minuscolo, non è un Dio) non è certo semplice né scontata e non serve fuggire da interrogativi scomodi: in questo senso posso condividere la domanda di molti, tra cui Gelosia, “siamo sicuri che il vero fallimento non sia la Eu con il suo Euro?”
 
Solo che servono a poco risposte date per simpatia (“ forse aveva ragione Bossi nel secolo scorso, quando si opponeva all’Euro”) senza alcuna spiegazione nel merito. Dire solo che aveva ragione Bossi assomiglia più ad un atto di fede (a posteriori) che a un ragionamento.
 
In ogni caso chi ha buona memoria può ricordare che Bossi più che contro l’euro, era contro l’ipotesi che nell’area euro entrasse l’Italia unita e non solo il Nord. La sua era una posizione politica, più che economica e, se non ricordo male, mentre il Governo Prodi-Ciampi decideva di portare l’Italia nell’euro Berlusconi saliva sulle barricate e Bossi parlava di secessione e chiamava il
suo partito “Lega per l’Indipendenza della Padania”.
 
Per il resto la domanda sull’oggi resta aperta: non sono esperto di economia ma ne parlerei volentieri con chi ne sa di più. Perciò ancora una volta rinnovo al nostro amico l’invito per un gelato alla festa di VN, stavolta limone&pistacchio.
 
Cordiali saluti.
RC

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.