Ricerca

» Invia una lettera

Giornata gratis al Mottarone chiusa dai carabinieri

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 dicembre 2013

Egregio direttore,
approfittando di una giornata di ferie, stamane mi sono recato al Mottarone, una delle poche località aperte nei giorni feriali.

Avevo letto sul sito che martedì 3 dicembre si sarebbe sciato gratis e mi sono recato di buon’ora agli impianti. Nessun trucco e nessun inganno, i gestori degli impianti hanno tenuto fede alla parola data ed ho trovato la biglietteria chiusa, nei pressi della quale un gentile addetto mi ha invitato a mettere gli sci ai piedi perché "oggi si scia gratis", infatti ho notato che per l’occasione i tornelli sono stato rimossi.
Sono stati aperti soltanto due impianti di risalita, che si sono rivelati sufficienti per le decine di persone entusiaste ed un po’ incredule del bel regalo.
Giornata splendida e abbastanza mite, che mi ha permesso di godermi un paio d’ore di relax, lontano dal caos quotidiano e di gustarmi la vista sul lago d’Orta tra una discesa e l’altra.   

Ad un certo punto mentre mi stavo preparando per l’ennesima discesa, vedo arrivare due fuoristrada, uno dei Carabinieri e l’altro delle Guardie Forestali.
Incurante del loro arrivo sono sceso e mi sono preparato a riprendere il "piattello", quando un carabiniere con tono poco garbato ha iniziato una discussione con l’addetto agli impianti dicendo di non fare salire più nessuno.
Siccome era praticamente arrivato il mio turno mi sono guardato attorno sbigottito ed il tizio della Guardia Forestale mi ha detto "ormai vai ma mi raccomando che sia l’ultima".  
Mi sono reso reso conto che era troppo bello per esser vero e che la "festa" stava per finire.
Ultimata la mia discesa ho notato un capannello di giornalisti armati di fotocamere e cineprese che si documentavano su quello che stava accadendo. Sempre più attonito ho chiesto al Carabiniere cosa stava succedendo e mi ha detto "ci sono problemi con l’autorizzazione" (al Mottarone hanno sciato anche sabato e domenica senza problemi ma evidentemente l’autorizzazione rilasciata per il fine settimana non concepiva le sciate gratis).
Su ordine dei carabinieri la zona della partenza dello skilift è stata transennata dagli addetti dell’impianto.

Senza entrare nel merito di vicende burocratiche e legali che non sono di mia competenza, ho assistito mio malgrado della chiusura della località sciistica proprio durante la giornata gratuita.

Due domande mi sorgono: è possibile che ci si sia accorti della mancata autorizzazione proprio oggi? Quali conseguenze avrà tutto questo per la stagione sciistica che era iniziata nel migliore dei modi? 

Grazie per lo spazio concesso, distinti saluti.

Devis Tonetto

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.