Ricerca

» Invia una lettera

Gli escamotage del ministro Maroni

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

13 aprile 2011

Caro direttore,
dal “fora di ball” al permesso di soggiorno. Troppo radicale e repentino il cambiamento per non
destare sospetti e spingere a cercarvi il trucco.
E il trucco, i colleghi europei del ministro Maroni, l’han trovato. Nel suo decreto hanno individuato
una sorta di escamotage, utile per il disimpegno del governo italiano dal dramma dell’immigrazione
e per indirizzare verso altri Paesi il flusso proveniente dal NordAfrica.
D’altra parte tutt’altro che propiziatrici nei confronti di un esito positivo delle sue richieste
erano le credenziali con cui Maroni si presentava all’incontro di Bruxelles. Un carnet carico di
strumentalismi, furbizie ed escamotage, dalla leggenda di Ruby nipote di Mubarak alle impronte
digitali per l’identificazione dei bambini rom, dalle ronde padane in sostituzione della polizia di
Stato alle contumelie frequentemente e gratuitamente lanciate dalla Lega contro l’Europa.
Cordiali saluti
Maria Pellegatta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.