Ricerca

» Invia una lettera

Gli italiani votano per Berlusconi anche non amandolo

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

30 maggio 2013

Caro Direttore

Pensano di eliminare Berlusconi votandone la ineleggibilità con i voti di una maggioranza composita, sfilacciata, divisa su tutto tranne che sull’odio per il “caimano”. Possono anche riuscirci, ma non elimineranno Berlusconi dalla scena politica italiana; egli resterà (come Grillo) il Presidente del PdL e in quel partito si continuerà a fare e disfare secondo gli ordini suoi. Scacciandolo dal Senato, ne faranno un martire dei mestieranti della politica, un martire votato da milioni di italiani i quali non si sentono per nulla idioti, zoticoni, villici ignoranti, incolti e scemi per averlo votato. Berlusconi va combattuto e, se possibile, sconfitto politicamente, dimostrando la futilità e l’inconsistenza dei suoi programmi. Ma questo la sinistra non sa fare; incapace di uscire da schemi economici e politici anacronistici e inattuabili. Gli italiani votano per Berlusconi anche non amandolo o stimandolo perchè non hanno alternative a sinistra dove un partito decomposto dagli elettori, il SEL, impone i suoi diktat e la sua politica marxista di stampo massimalista al PD, dove un Landini e una Camusso predicano la lotta ai borghesi (i nuovi kulaki !). Le battaglie politiche si vincono con le idee non con la condanna al rogo dell’avversario: La fine di un politico deve essere decretata dal voto dei cittadini e non da una congrega di falsi moralisti che, forse meritano anche di peggio. E a questo proposito si ridia ai cittadini il diritto di indicare con la preferenza coloro che devono governarli e vedremo, allora, chi sarà eletto e chi sarà cacciato, non perchè ineleggibile in base a odio e malanimo o, peggio, paura, ma perchè così vogliono gli elettori. Per quanto riguarda le vicende giudiziarie di Berlusconi, aspettiamo, come dovere e diritto di ogni cittadino, la fine del loro iter. A qual punto si potranno trarre conclusioni e prendere decisioni anche gravi, ma conseguenti ad una o più condanne esecutive.

Cordiali Saluti

Dr Carlo Mario Passarotti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.