Ricerca

» Invia una lettera

Governo con il duo Maroni Scilipoti

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 giugno 2011

Egr. Direttore,
 
Il Governo ha deciso di scaricare sul futuro le scelte per far uscire l’Italia dalla crisi.
Ha deciso di tirare a campare e di sfruttare fino allo stremo il bene pubblico anche a fini personali.
Per i giovani, sempre piu’ costtretti alla precarietà, nessun intervento.
Nessun segnale di giustizia sociale. Il segno di classe è evidente: ancora colpiti
i lavoratori con il blocco dei salari, nessuna riforma fiscale e per affrontare l’evasione,
nessun investimento per il futuro, per l’innovazione, la ricerca , la formazione, il lavoro e le fabbriche.
Per coprire i fallimenti creati da loro stessi ( Alitalia, San Raffaele, proliferazione di
di enti e province per piazzare per esempio "politici" dellla statura dei nostri Caianiello o Galli o Campiotti,
plastici esempi di questo mondo ipertrofico ma al crepuscolo, si torna
ai ticket sulla sanità e ad aumentare l’ IRPEF comunale federalista, ad aliquota fissa in modo
che a pagare in proporzione siano i meno ricchi, in barba alla Costituzione che sancisce
la tassazione progressiva per un principio di equità e di sviluppo.
Siamo in mano a Maroni, il ministro che dice che ha lottato contro la mafia
a cui invece il Governo ha dato l’enorme regalia dello scudo fiscale ( con relativa impunità)
e a Scilipoti senza il quale questi governanti non potrebbero continuare
a irriddere le sorti del popolo italiano, senza il quale semplicemente non sarebbero al Governo.
Non c’è alcun dubbio che costoro non possono piu’
continuare a tirare a campare; l’indignazione nei confronti
di un uso privatistico dello Stato e ora di evidente umiliazione per il lavoro e la politica seri, si è fatta sentire chiara
e forte anche nelle recenti tornate elettorali. Chi pensa a salti della quaglia questa volta sbaglia.
Di sicuro ci sarà una nuova classe politica con il coraggio di assumersi
le proprie responsabilità ( come fece ad esempio Prodi alcuni anni fa)
senza farsi accreditare preventivamente da logge, cerchi magici leghisti
servili, confraternite, ipocrisie populiste.
 
Cordiali saluti
Elio Giacometti - Segretario PdCI-FdS Varese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.