Ricerca

» Invia una lettera

“Grazie caro sindaco…”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

9 ottobre 2007

Grazie caro sindaco,

Ieri sera abbiamo vissuto una bellissima serata di legalità e democrazia.

A Busto Arsizio sono venuti personaggi importanti che hanno dedicato la propria vita al servizio dello stato e alla lotta contro la mafia, il procuratore Caselli.

Persone che hanno sacrificato i propri genitori, uccisi dalle mafie perché giornalisti o magistrati scomodi.

Un cinema pieno ha ascoltato le loro testimonianze, ha riflettuto, si è indignato per come lo Stato spesso si dimentica di questi esempi di alto impegno civile.

Sono venute le telecamere della Rai, la stampa locale.

Tutto questo è stato organizzato dall’associazione liberi di pensare, da ragazzi di 20 anni che non si limitano a lamentarsi ma si rimboccano le maniche per migliorare la situazione e per rendere il mondo un po’ migliore di come è ora.

Grazie caro sindaco, non solo lei non si è neppure degnato di venire, ma ha anche lasciato che i 1800 euro necessari per pagare la sala li pagassero i ragazzi di liberi di pensare.

Il comune ha 10 serate in cui può usare il cinema Sociale in maniera gratuita. Si vede che questo appuntamento, la giornata regionale della legalità, non era degna di essere finanziata.

Ci piacerebbe sapere, a questo punto, quali sono gli importanti avvenimenti che quest’anno si sono svolti al cinema Sociale senza il pagamento della sala.

La sagra del fungo porcino?

Complimenti signor sindaco. Ha fatto proprio una bella figura.

Ha però ancora tempo per un pentimento tardivo e per non far pagare la sala ai ragazzi di Liberi di Pensare.

E si ricordi che prima o poi, tra 3 anni o magari anche prima, sarà chiamato a rispondere ai cittadini, suoi datori di lavoro, per quello che ha fatto e non ha fatto in questi anni.

Laura Finelli

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.