Ricerca

» Invia una lettera

Guardate che la destra c’è!

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

28 novembre 2012

Egregio direttore,
come direbbe la svedesina in vacanze a Roma <pittoreschi>, per colororo che pensavano la politica italiana fosse morta e sepolta, si sbagliavano alla grande, man mano l’inesorabile tempo marcia verso la primavera, Maya permettendo, lo scenario si anima, pulsa, quasi dovesse apparire sotto le luci della ribalta Eduardo De Filippo nella Filumena Marturano, nell’angolo Silviaccio che mima un tango, un passo avanti e due indietro,al centro il duello all’americana tra Bersani e Renzi, un ultimo round, senza esclusione di colpi sotto la cintola, alla fin fine, il finale travolgente da vedere sgranocchiando un sacchettone di patatine fritte, il solista Monti che interpretando la destra stile repubblicana USA, agita l’ennesimo mantellacio nero, quello dell’assistenza sanitaria, oviamente promuovendo una eventuale assicurazione parallela, l’assistenza privata, alla statale, restando sul collaudato stile istruzione pubblica e privata, chiaramente entrambe aspirano ad aggevolare il privato ed i loro interessi privati, lasciando andare lentamente a RAMENGO la statale, mi parrebbe ovvio che da sempre coloro che non avendo problemi monetari, spontaneamente si fanno curare dal fior fiore delle cliniche italiche ed estere, come questi medesimi Stimatissimi Signori, altrettanto fanno, inviando i lor figlioli nei migliori collegi londinesi, pare scontato che al cosidetto popolo sovrano resta il torsolo della verza ben sfogliata.
In conclusione mi restano dei piccoli dubbi <dubbini>: la stampa di destra suggerisce a Renzi preziosi costanti consigli; riguardo Monti non pochi mettono in dubbio i due totem, Spread abbinato alle Agenzie di Rating, motori di crisi incontrollate, ora l’avventura dell’assistenza sanitaria, pare un messaggio agli italiani : <guardate che la destra c’è! … e come !, aspra e dura !> chi la desideri, se la voti.

G.P.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.