Ricerca

» Invia una lettera

I conti di un precario

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

25 giugno 2011

euro soldiGentile redazione di varesenews,
sono un precario pluriennale, guadagno 1100 euro al mese, ho quasi 40 anni e vivo con mia madre.
ho voluto valutare se mi conviene andare a vivere da solo.
ho fatto due calcoli:
ammesso che riesca a trovare una banca che mi faccia un mutuo per un bilocale da 80000 euro , mutuo di 35 anni fà circa 400 euro al mese.
poi devo pagare 9 euro al giorno per mangiare furicasa a mezzogiorno e sono circa 200 euro al mese
quindi devo mettere circa 100 euro di benza al mese
poi 200 euro di spesa per il cibo.
poi rca 400 euro annui , adsl 35 euro mese , riscaldamento credo circa 800 euro all’anno ma non ne sono certo, quindi 70 euromese, poi metti un 200 euro all’anno per vestirsi, e sono 20 euromese, metti poi un cambio gomme annuale, e sono 300 euro , poi i tagliandi auto e sono 200 euro all’anno poi spese mediche per dolori alla schiena per troppo lavoro e saranno 200 euro all’anno, metti poi canone rai, bolli conto corrente, eventuali spese condominiali, una pizza ogni tre mesi con gli amici, due giorni a sciare all’anno oppure una gitarella in montagna giusto per svagarsi un minimo e ti partono altre 200 euro, 4 euro a settimana per nuotare in piscina un ora, acqua luce che non sò cosa costano, il cellulare spenderò 200 euro all’anno, poi dovrò ammobiliare, elettrodomestici, riparazioni varie ed eventuali, rischio incidenti in auto, rischio perdita del lavoro, un regalo di natale ai parenti bambini e saranno altre 50 euro , poi un aperitivo ogni tre mesi con birretta o coctkail e via altre 20 euro , qualche gelato estivo.
Facendo la somma mi sono fermato al punto dove indicavo la somma che pago per curarmi, e gia sforavo il mio stipendio.
ho quindi messo da parte i miei auspici di indipendenza , a costruirmi una famiglia non ci penso nemmeno e una casa la prenderò forse fra 20 anni se riuscirò a mettere da parte qualche spicciolo, anzi nò fra 20 anni dovrò iniziare a preoccuparmi della miserrima pensione che andrò a prendere, quindi meglio non fare progetti, meglio non cercare di vivere per davvero.

Antonio f.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.