Ricerca

» Invia una lettera

I Giovani Democratici: “Saremo al fianco degli studenti”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

17 novembre 2012

Il circolo bustese dei Giovani Democratici esprime grande soddisfazione per il lavoro di coordinamento che stanno svolgendo i rappresentanti degli studenti delle scuole superiori di Busto Arsizio. Le motivazioni che portano gli studenti a manifestare un forte dissenso verso la linea di politica scolastica dell’attuale Governo, in continuità con il precedente, non possono che essere condivise a pieno dalla nostra formazione politica. Il Partito Democratico sta già facendo e continuerà a fare opposizione in Parlamento contro l’attuale formulazione del ddl Aprea e si opporrà al ddl stabilità nel caso in cui contenga ulteriori tagli alla scuola.

Misure di questo tipo non sono accettabili. La pubblica istruzione italiana necessita invece di investimenti necessari per promuovere un’educazione di qualità che metta al centro lo studente e il suo apprendimento e che ridia valore al corpo docente, sempre più delegittimato e costretto a subire le scelte calate dall’alto. Il ddl Aprea vuole aprire le porte della scuola ai privati che potranno contribuire tramite donazioni ad accrescere i bilanci d’istituto, avviando in tal modo una gara tra dirigenti per ottenere i finanziamenti. Ci saranno così scuole di serie A e scuole di serie B. Lo stesso ddl vuole inoltre riformare gli organi collegiali offrendo alle singole scuole la possibilità di determinare in autonomia le modalità di partecipazione degli studenti alla vita scolastica.

Che fine faranno quindi le assemblee studentesche? Grazie a un’autonomia di questo tipo ci saranno scuole che le prevedranno e altre che non le prevedranno. Non possiamo accettare una tale disuguaglianza di trattamento, la scuola ha bisogno invece di un vero cambiamento.
Per questo saremo in piazza con gli studenti, senza bandiere e simboli di partito, con l’augurio che alla manifestazione possano prendere parte tutti quei cittadini che credono nel valore della scuola pubblica, indipendentemente dal colore politico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.