Ricerca

» Invia una lettera

I senza pudore e senza vergogna

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

19 aprile 2011

Caro direttore,
due episodi nella sostanza simili rallegrano in questi giorni questa nostra povera Patria disastrata e vilipesa. Episodi che danno la cifra dell’ipocrisia dei senza vergogna che ci governano.
Milano: dopo l’esposizione indecente dei manifesti "fuori le Br dalla procura di Milano" dovuti (pare) a tale Lassini,candidato PDL nelle lista di Milano, la signora Brichetto in Moratti se ne esce con " io e lui siamo incompatibili". Pero’ la signora e’ felicissima di aver capolista Berlusconi che non passa giorno che non insulta magistratura e procure,ree di fare il loro mestiere perseguendo i delinquenti.
Una dissociazione a fase alternata.Noto inoltre che il signor Lassini dal momento che la lista e’ stata presentata non puo’ per legge essere estromesso. E mi ricordo al corteo del 25 Aprile di 5 anni fa la stessa signora si presento’ tutta giuliva col padre( partigiano) in carrozzella…Era tempo di elezioni comunali e il fine giustificava quella pagliacciata.Da allora non si e’ piu’ vista.
Roma : dopo tre anni di imbonimenti vari sull’energia e l’indispensabilita’ delle centrali nucleari ( acquistate dai francesi allora amiconi di destra) ,che nessuna regione vuole sul proprio territorio, esce oggi la notizia della " sospensione" del programma nucleare che doveva dare a noi tanta felicita’ e tanti soldi ai costruttori amici degli amici. Sara’ forse che e’ prossimo il referendum su nucleare,acqua, e legittimo impedimento? Referendum che non si e’ voluto accorpare alle prossime amministrative gettando al vento 250,000 euro?
Facile immaginare la speranza dei nostri governanti : gli italiani stufi di votare non si presenteranno e il quorum non sara’ raggiunto. Ma, c’e’ un ma. Dopo il disastro giapponese tanti italioti alzeranno il proprio didietro dalla poltrona e si recheranno a frotte al referendum.
Il nucleare mai e gia’ che ci sono voteranno anche per gli altri due.
Meglio cercare di far decadere il referendum sul nucleare, se no addio a legittimo impedimento…
Confindustria parla di governo impotente, la scuola e’ a pezzi e senza risorse, i precari laureati e no non si contano, la cultura…ma chi se nefrega, l’importante per il premier e i suoi servi salvare se stessi.

saluti indignati ( per quello che valgono ormai)

giandomenico del torchio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.