Ricerca

» Invia una lettera

I tossici: la riduzione del danno è l’assitenza migliore

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

22 ottobre 2007

Egregio direttore,
Io per mestiere ho contatto diretto con decine di queste donne, e le posso assicurare che esistono donne che fanno le prostitute volontariamente, senza problemi, e senza ritenerlo degradante, ma naturalmente non lo fanno in strada.
Sicuramente poi esistono le donne sfruttate o che lo fanno perchè non hanno di meglio da fare, ma a questo punto mi chiedo, meglio lasciarle a fare una vita di stenti in qualche paese subsaariano?
Oppure cercare di dare loro un minimo di dignità levandole dalla strada in attesa di una occupazione migliore?
In caso di necessità sarà lei stessa a consigliare a sua figlia di prostituirsi, come è avvenuto ai tempi del dopoguerra a tante donne del nostro paese per tirare avanti.
Cosa offre lo stato a queste disgraziate straniere? siamo forse in grado di dare loro un sostegno finanziario?
Per quanto riguarda la politica della riduzione del danno la ritengo la forma migliore di assistenza al tossico.
Tale politica non è semplicemente dare eroina al tossico e lavarsene le mani (il metadone non è la stessa cosa?), bensì agganciare il tossico offrendogli la possibilità di farsi con droga “pulita” cioè senza porcherie di taglio pericolosisssime, in ambienti sterili, per poi seguirli da operatori qualificati.
A Zurigo hanno avuto il coraggio di tentare questo percorso e i risultati sono eclatanti, vi è stata una riduzione del numero di tossici impressionante e mai vista prima.
Fornire loro la sostanza permette di allontanarli dall’ambiente deviato, di toglierli dalla strada e dal crimine per agganciarli e seguirli fino al momento in cui saranno in grado di cavarsela da soli.

Paolo Senaldi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.