Ricerca

» Invia una lettera

Il “bullismo” di Gaza

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

21 gennaio 2009

Egregio Direttore,
quand’ero ragazzino mi capitava di assistere a scene di miei coetanei che se le davano di santa ragione, ed in molti casi accadeva che il più grosso e maggiore in età, si accanisse senza fatica sul più debole e minuto. Il più
grosso spesso si circondava di altri bulli, complici e partecipi nel pestaggio: per mettersi al riparo dal “pericolo” che il mingherlino potesse tentare di mettere a segno qualche sporadico colpo, i complici lo tenevano fermo per le braccia.
Oggi ho letto la notizia “dell’impegno” del nostro Paese in terra di Gaza: nostri militari pattuglieranno le coste ed i confini lato Egitto, per impedire che possano passare petardi e fionde. Il nostro Governo ha rammentato la propria amicizia e solidarietà con Israele, e la disponibilità a collaborare con loro per il mantenimento della pace (dei palestinesi) e se non ricordo male ha pure apprezzato la scelta “unilaterale” di Israele di finire la guerra (unilateralmente iniziata). Un esponente del nostro Governo si è fatto ritrarre in tutte le pose possibili, abbracciato ai bancali del camion degli aiuti umanitari italiani, e per timore che qualcuno potesse pensare che non fosse merito nostro, hanno applicato uno striscione 2×8
metri con scritta una dicitura del tipo “roba assolutamente italiana”.
Dov’era l’impeto umanitario nei due anni in cui Israele ha messo alla fame i palestinesi di Gaza? Dov’erano i fior di statisti, gli arguti diplomatici italiani, nel momento in cui sarebbe stato utile dissuadere Israele dal fare
embargo a Gaza?
Che strano modo di aiutare i due popoli a mantenere la pace, tenendone fermo solo uno, per le braccia.
Cordiali saluti

Silvano Madasi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.