Ricerca

» Invia una lettera

“Il Classico Cairoli non ha bisogno di un dirigente part-time”

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

7 settembre 2006

Gentile direttore,
Abbiamo i figli iscritti al Liceo Classico Cairoli di Varese ed apprendiamo con disappunto che l’ottimo dirigente Prof. Tallone è stato destinato ad altro incarico per far spazio all’ex sindaco della città Aldo Fumagalli, legittimo titolare della cattedra.
Legittimo, ma assente perché fin da subito in aspettativa.
Ci permettiamo allora qualche considerazione:
1) “Dura lex sed lex”, lo sappiamo, ma sta di fatto che come accade in questo paese la qualità del fare è spesso ininfluente, ne traggano le debite conclusioni il Prof. Tallone e Pietro Ichino che in questi giorni sta riflettendo sulle disfunzioni dei pubblici servizi.
2) Aldo Fumagalli deve avere un rapporto poco piano con la scuola superiore. Quando ebbe l’incarico di dirigente dell’ex magistrale l’epilogo della vicenda fu, se non ricordiamo male, la sua aspettativa e la “reggenza” da parte dell’allora preside dell’Artistico, Alessandro Losoni, affinché la scuola potesse riprendere il corso regolare. Nel mezzo, un anno scolastico abbondantemente travagliato. In qualità di genitori è comprensibile che ci preoccupiamo.
3) Scorrendo il curriculum “vitae e studiorum” (sic) pubblicato in internet dall’ex Sindaco di Varese si apprende che pur non essendosi laureato proprio in fretta, a 33 anni, la sua carriera è stata folgorante, quasi leonardesca, nell’abbracciare tanti ambiti dello scibile umano e tanti incarichi. Si legge, infatti, che le sue competenze vanno dalla psicologia alla psicoterapia; spaziano dall’ipnosi medica all’educazione all’immagine, al suono e alla musica; si estendono dall’ippoterapia fino all’etica dei trasporti.
“Chapeau”, direbbero i francesi; ma allora perché a fronte di tanti pirotecnici impegni proprio la dirigenza del Classico? E il buen retiro nella solitudine delle sue api come ci aveva promesso dalle colonne dei giornali all’indomani dell’uscita di scena come Sindaco della città?
4) Non ce ne voglia Aldo Fumagalli ma quando leggiamo curricula così meticolosi nell’esibire titoli ed incarichi non possiamo esimerci dal pensare ai Guermates proustiani nella rivisitazione del bravissimo Enrico Baj, qui stemperati nella nebbia bosina.
5) Fumagalli (cfr. “La Provincia” del 05/09) ritiene essere assolutamente normale che un preside saluti l’avvio dell’anno scolastico con un’aspettativa per motivi personali. Noi crediamo invece che non sia cosa così pacifica, soprattutto se l’aspettativa viene dopo anni di aspettative per altri incarichi. Tutto legittimo naturalmente ma qui l’appunto riguarda non il piano della normativa ma piuttosto quello dell’etica o più semplicemente quello dello stile.
6) Il Classico, prima di tutto per le sue dimensioni poi per i suoi problemi specifici (crescita della popolazione scolastica a fronte di un’endemica carenza di aule), non è scuola che possa essere affidata ad un dirigente assente sostituito da un dirigente part-time, al di là delle capacità del Prof. Micalizzi, che non conosciamo e che non ci sogniamo di mettere in discussione. Questo tanto più nell’anno in corso quando sembra proprio entrerà in vigore la nuova riforma degli esami di maturità.
7) Stupisce che il Provveditore non paia avvertire il problema.
8) La gestione competente, attenta e scrupolosa del Prof. Tallone forse ci aveva abituato troppo bene è certo però che come genitori siamo nel diritto di pretendere che la scuola dei nostri figli abbia un dirigente, che questo dirigente sia presente e a tempo pieno, e che le sue qualità professionali e morali siano fuori discussione affinché lo svolgimento della vita scolastica avvenga nella più completa regolarità fin dal primo giorno di scuola.
9) E’ un diritto elementare, talmente ovvio che è quasi inutile ricordarlo, ma è altrettanto certo che se sarà il caso useremo tutti gli strumenti in nostro possesso perché ci sia garantito.

Ermanno Cristini, Varese - Ermanno Morosi, Gemonio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.