Ricerca

» Invia una lettera

Il colore dei partigiani

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

30 aprile 2011

Egr. direttore,
partigiani combattenti per la libertà? Mah….vorrei esprimere i miei dubbi al riguardo.
Partiamo dalla colorazione: il movimento partigiano era estremamente variegato. Vi erano infatti i cosiddetti partigiani bianchi, formazione di estrazione cattolica, i partigiani azzurri di tendenza liberali e di sentimenti monarchici ed infine i partigiani rossi di fede comunista che rappresentavano la parte politicamente e militarmente preponderante. Tutti accomunati dalla forte volontà di abbattere il regime fascista per sostituirlo con….e qui, come si sul dire, casca l’asino.

Mentre i partigiani bianchi/azzurri avevano come obiettivo quello di un’Italia atlantica e filo americana i partigiani rossi avevano come finalità quella di instaurare, a guerra conclusa, la dittatura del proletariato e di fare dell’Italia uno Stato satellite della Russia sovietica da cui il Partito comunista prendeva ordini (e denari) tramite il compagno Togliatti, stretto collaboratore di Stalin.

Pertanto i partigiani rossi hanno sì combattuto un regime, quello fascista, ma per sostituirlo con un’altro di opposto colore e non certo migliore, per giunta assoggettato ad una potenza straniera. Definire pertanto i partigiani rossi (solo loro, beninteso) “patrioti e combattenti per la libertà” è a dir poco paradossale.

Se l’Italia ha scansato il pericolo di fare la fine dei paesi dell’Est lo si deve esclusivamente agli accordi di Yalta che hanno determinato la divisione del mondo in due blocchi contrapposti e collocato l’Italia nella sfera d’influenza americana, e non certo per la volontà dei partigiani rossi che volevano fare dell’Italia un’appendice della Russia di Stalin.

Che poi nell’enfasi celebrativa del 25 aprile questo aspetto sia sottaciuto è comprensibile, però una volta passata la festa non possiamo continuare a… “gabbare lo santo”.

Grazie per l’ospitalità e cordiali saluti.

Gianfredo Ruggiero, Presidente del Circolo Culturale Excalibur

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.