Ricerca

» Invia una lettera

Il Conte Ugolino e via Montenapoleone

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Caricando...Caricando...

19 agosto 2011

Caro direttore,
leggo spesso lettere che parlano di degrado delle nostre valli e città. Cos’è il degrado di una città? Come si manifesta? E’ una panchina rotta, un marciapiede dissestato, un’insegna scolorita?
Ho vissuto a Pisa per quasi un anno e l’ho percorsa fin dentro le viscere. E’ città che gronda storia, che ti soffoca della sua storia. Ogni vicolo, ogni arredo, ogni mattonella sono pregni di storia . E’ una città sudicia, perfino maleodorante in alcune zone, ma incanta, stordisce con i suoi odori, con le pareti scolorite, gli arredi usurati; l’umidità ti entra dentro insieme allo spirito dell’improvvisamente risorto Conte Ugolino che incontri nella antica piazza senza tempo e la gelosia riversa della stanza che ospitò il pianto di Galileo ti ubriaca al pari dell’odore acre di piscio della piazza del mercatino
dove lo spacciatore incontra l’anima del genio.. Quel puzzo di storia te lo porti appresso per sempre e piangi mentre passeggi in via Montenapoleone abbagliante di idiozia e insopportabilmente avvolta nel profumo di Dolce & Gabbana.

Roberta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.