Ricerca

» Invia una lettera

Il conto, grazie

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

8 dicembre 2009

Egregio Direttore,
nell’ultima lettera del signor Max Lorenzi
(http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/articolo.php?id=158681), egli si
lamenta del fatto che Alì Agca, sparando a Karol Wojtyla, ha prodotto un danno agli italiani,
che lui ha stimato in circa 2 milioni di dollari: le cure ospedaliere del Santo Padre. Lorenzi
scrive che "saranno costate (le cure mediche) quella cifra alla collettività", come se la
collettività non conoscesse confini e nazionalità. Agca è turco, Wojtyla era polacco e da
Cracovia si è trasferito direttamente in Vaticano dopo la sua nomina a Pontefice. Turchia,
Polonia e Vaticano: c’entra, o meglio, c’entrava qualcosa l’Italia nel 1981, ai tempi
dell’attentato? C’entrava a causa del concordato, che equipara il Papa al Presidente della
Repubblica Italiana. Allora mi chiedo, se non ci fosse stato il concordato, l’Italia avrebbe
risparmiato 2 milioni di dollari? Le cure ospedaliere del Santo Padre, sarebbero state a carico
della Polonia o del Vaticano?
Cordiali Saluti

Silvano Madasi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.