Ricerca

» Invia una lettera

Il manifesto di Confindust​ria

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

27 settembre 2011

Egr. Direttore,
il manifesto per la crescita inizialmente prevedeva nove punti che poi strada facendo si sono ridotti a cinque.Naturalmente le pensioni restano al centro del problema.Che la crisi globale dipenda dalle pensioni degli italiani?
Si chede l’ innalzamento a 70 anni dell’età pensionabile!! Perfetto. Facciamo contestualmente una legge per le riassunzioni dei lavoratori fino a 70 anni visto che a 50/55 sono già vecchi per il nostro sistema industriale.
Intendiamoci questa è una richiesta di parte ed è fatta come se dal luglio 2010 ad oggi non fosse successo nulla su quel fronte.Ben tre finanziarie hanno modificato il regime pensionistico.
Vorrei ricordare a chi avanza proposte poco etiche due cose fondamentali.
La prima è che il sistema pensionistico è in attivo e si regge comunque grazie ai contributi di chi lavora e non su altro.
La seconda è che per capire come stanno le cose in materia di pensioni, basterebbe leggersi la recente nota di aggiornamento del DPEF datata 22 settembre 2011a firma Berlusconi Tremonti, disponibile sul sito del MEF che così recita : "la sostenibilità del sistema pensionistico è stata ulteriormente rafforzata con i provvedimenti più recenti" .Attraverso il posticipo delle finestre di uscita e dell’adeguamento all’aspettativa di vita il sistema si è reso un sistema che era già sostenibile prima ancora più sostenibile oggi.
Cosa si vuole ancora di più è difficile da capire.Si vuole forse fare cassa? La cassa si può fare in altro modo magari con una patrimoniale del 5% e non dello 0,015% come chiede Confindustria.
Credo che quella delle pensioni sia solo una battaglia ideologica visto che dal governo, negli ultimi anni, questa organizzazione di cose ne hanno già ottenute parecchie.
 
Cordialità
Giovanni Focchi

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.