Ricerca

» Invia una lettera

Il Pronto Soccorso…

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

28 aprile 2007

Ci hanno ripetuto per anni che il nuovo Ospedale avrebbe risolto il problema del Pronto Soccorso, ancora dal direttore generale Tellini, e via di seguito gli altri, tranne forse Lucchina.
Che sarebbe successo quanto è accaduto ed accade lo prevedevamo un pò tutti, dai colleghi che ci lavorano dentro, ai medici di base e noi ex medici ospedalieri.
Il Pronto Soccorso è lo specchio di un Ospedale. Se lui non funziona, vuol dire che la struttura alla sue spalle non lo supporta e non funziona adeguatamente.
E’ amarissima la conclusione che si deve trarre.
La crisi della struttura sconcerta, specialmente considerando gli studi fatti al tavolo dello Stato Generale sul tema dell’Ospedale, organizzato dal nostro Comune! Le raccomandazioni ed i propositi di allora sono caduti nel vuoto.
Ciò che non si comprende è stata la premura di volerlo far partire e questa premura ha amaramente evidenziato i difetti di programmazione.
Una tale programmazione non è facile da fare ed appunto per questo doveva essere eseguita con maggior prudenza. Si doveva sperimentare adeguatamente modelli di lavoro… Anche questi non facili da realizzare, ma qualcosa di più doveva essere fatto, coinvolgendo molto di più i cittadini, i medici di base ed i medici dei reparti.
Un Ospedale che parte, anche se parzialmente, (perché non tutti i reparti sono stati spostati) è un’urgenza di per sé, che può durare mesi, ma l’utente deve essere sensibilizzato, altrimenti succedono le reazioni inqualificabili che si sono evidenziate.
Mi auguro che si sappiano trovare le soluzioni adeguate, che non avvengono solo aumentando il numero dei medici e dei paramedici, ma affrontando la realtà sanitaria in un modo nuovo…
Non per nulla il dottor Montoli, qualche mese fa, invitava i varesini a riappropriarsi dell’Ospedale.

Emilio Corbetta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.