Ricerca

» Invia una lettera

Il Varese non è Sannino

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

11 settembre 2011

Commenti su Varesenews e su Facebook, lettere al direttore: i tifosi del Varese 1910 non si tirano indietro. Insomma, dopo appena quattro giornate dalle parti del Franco Ossola tirano già impetuosi venti di crisi. Due punti in classifica per mister Benny Carbone sono un po’ pochini, ma siamo solo all’inizio e forse merita ancora fiducia, come spiega la lettrice nella sua lettera. Ma allo stadio, sabato scorso, dopo la brutta sconfitta rimediata contro il Livorno, molti hanno inneggiato all’ex allenatore, Beppe Sannino, che a Varese ha lasciato bellissimi ricordi e risultati da primato e nella sua prima uscita in serie A ha portato a casa un pareggio conquistato in trasferta a Catania.
Il prossimo turno che il Varese giocherà al Franco Ossola contro l’Albinoleffe sarà dunque già decisivo per il destino di mister Carbone?

__________________

Egregio Direttore,

sono da poco tornata a casa dopo la gara Varese – Livorno… Tanta amarezza certo nel vedere perdere la MIA squadra…. Ma sono ancora di più rimasta sconcertata dal comportamento di certi "tifosi"… si lo metto tra virgolette perchè non sono degni di essere definiti tali!!! Siamo tutti bravi a sostenere la squadra quando va tutto bene, il carro dei vincitori chissà come mai è sempre pieno…. Non mi riferisco a chi ha fischiato la squadra (indubbiamente c’è bisogno di una svegliata), ma a chi ha inneggiato a Giuseppe Sannino. Queste persone non amano il Varese, non amano i nostri colori! Bensì amano una persona che giustamente ha fatto una scelta lavorativa… il Varese non è Sannino, non è un Pisano o un Pesoli… Se queste persone hanno il bisogno di inneggiare un personaggio che stiano a casa o che vadano a Siena, Palermo…!
In questo momento il Varese è Benny Carbone, Kurtic, Troest, Terlizzi…. Allenatore e ragazzi che hanno deciso di arrivare a Varese o di restare accettando questa sfida. Un’annata come quella dello scorso campionato è irripetibile, in quanto unica, così come lo sono stati gli scorsi campionati. Questa società è sempre stata abituata a vincere, ma il calcio come la vita è una ruota che gira…. E invece di rimpiangere chi per il proprio bene ha fatto altre scelte, bisogna stare vicino a questa squadra che sta cercando di diventare un gruppo…. Non dimentichiamoci che sono quasi tutti nuovi….
Facile attaccare il Mister, ma senza giocatori di un certo spessore è dura poter far bene…. Prendiamocela piuttosto con chi non ha voluto investire, non ha voluto fare un mercato all’altezza della nostra Squadra… La società ha promesso tanto, ma fatto poco….. Benny sta facendo quello che può con gli strumenti che gli vengono messi a disposizione.
Bisogna sostenerlo, lui è sempre il primo a metterci la faccia….
Le chiedo cortesemente di pubblicare questa mia lettera, perchè chi inneggia al passato, senza pensare che sono stati proprio quei personaggi che osannano a lasciare il Varese, può anche stare a casa….

Grazie mille

Silvia

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.